La disputa del giavellotto
   
   
I presidenti non si accordano, sui turni per il campo deve
intervenire il sindaco 

La questione fra Calcio San Cipriano e Nuova Atletica Roncade
risolta d'autoritÓ con una delibera

 
14 maggio 2021

 
Due societÓ sportive non trovano un accordo per poter utilizzare entrambe, a turni, gli spazi degli impianti di via Vivaldi e a decidere per loro d' imperio deve intervenire il sindaco.
E' quanto si apprende da una delibera del 5 maggio scorso nella quale si spiega come la disputa sia sorta fra le Associazioni sportive dilettantistiche “Calcio San Cipriano” e “Nuova Atletica Roncade”.
Motivo?
Quest'ultima intende praticare le discipline del lancio del giavellotto e del lancio del disco ma il suolo sul quale gli attrezzi cadrebbero, data la posizione delle pedane, si sovrappone parzialmente e necessariamente al campo di calcio.
  
Dato che Csc e Nar hanno in affidamento esclusivo, rispettivamente, il campo di calcio con spogliatoi e la pista di atletica, la proposta avanzata inizialmente dall'amministrazione comunale ai presidenti delle due associazioni, Mauro Guerra e Sergio Baldo, Ŕ stata quella ovvia di individuare un'intesa.
Insieme calcio e lancio di giavellotto e disco non ci possono stare, insomma, e dunque sarebbe stato sufficiente un patto fra le parti per stabilire turni per occupare gli spazi e per pulire e igienizzare tribune e bagni in caso del loro utilizzo per eventi pubblici.
Guerra avrebbe concesso al collega la possibilitÓ di operare solo il mercoledý, dalle 18 alle 19,30, versando 40 euro per ogni seduta finalizzati a ripristinare il manto erboso danneggiato da giavellotto e disco.
Baldo per˛ avrebbe bisogno degli spazi tre volte la settimana, martedý, mercoledý e venerdý, dalle 18 alle 20, con l'impegno di usare gli attrezzi pi¨ leggeri e a non effettuare lanci se il campo Ŕ troppo fangoso. Ma non Ŕ disposto a pagare la somma richiesta.
  
Niente da fare, dunque, e allora, si legge, l'amministrazione comunale “assumerÓ le proprie determinazioni che dovranno essere rispettate rigorosamente dalle parti”.
Come Ŕ andata a finire?
Che Nuova Atletica Roncade si dovrÓ accontentare di due soli giorni, martedý e mercoledý, dalle 18 alle 20, ma senza dover riconoscere un euro ai calciatori.
La cura di tribuna e servizi toccherÓ quattro volte la settimana ai lanciatori e tre a Calcio San Cipriano.
  
Morale: il fatto che occorra una delibera di giunta per superare un problema del genere, risolvibile da persone per loro stessa natura ispirate da un comune spirito sportivo, davanti a un calice di prosecco, qualche riflessione la fa sorgere.
  
    
Roncade.it
   
Potete seguirci anche su Telegram, collegandovi al canale https://t.me/roncadeit