Carnevale? Ne riparliamo nel 2022
   
   
Rischi ancora troppo elevati, nessun evento anche a schema ridotto 
Formule minime essenziali previste per Verdon e San Cipriano Fiori

 
6 febbraio 2021

 
L'anno scorso, pur già con le defezioni spontanee di gran parte dei carri allegorici, nel pomeriggio di domenica 23 febbraio a Roncade il carnevale in qualche modo ebbe luogo.
Quella stessa sera il Governo emanò il Decreto del presidente del consiglio dei ministri (Dpcm) n. 6 in cui veniva ordinata, fra gli altri punti, la "sospensione di manifestazioni o iniziative di qualsiasi natura, di eventi e di ogni forma di riunione in luogo pubblico o privato, anche di carattere culturale, ludico, sportivo e religioso, anche se svolti in luoghi chiusi aperti al pubblico".
  
E' passato quasi un anno ma ci si deve accontentare del ricordo di quell'ultima edizione perché per la domenica di fine carnevale, il 14 febbraio, non ci sarà alcun evento.
"Inizialmente avevamo pensato a qualche iniziativa per i bambini - spiega il presidente della Pro Loco, Paolo Giacometti - ma non ce la siamo sentita di rischiare, data anche la presenza, a Roncade, di alcune classi in quarantena. E non mi risulta - aggiunge - che in comuni vicini altre organizzazioni abbiano assunto decisioni diverse dalla nostra".
 
Coriandoli rinviati al 2022, insomma.
Per guardare un po' oltre, l'evento storicamente dedicato al radicchio "Verdon" potrebbe svolgersi ugualmente domenica 14 marzo ma limitatamente al mercato dei produttori e in piazza I maggio, dunque non all'interno del consueto tendone, e con flussi di visitatori contingentati.
  
Stesso schema per San Cipriano Fiori, il 9 maggio. La mostra-mercato potrebbe avvenire in forma essenziale e perciò senza il corollario di eventi collaterali, l'organizzazione dei quali è resa praticamente impossibile dall'incertezza sull'evolversi del quadro dei contagi e dei tempi per le vaccinazioni.
    
Roncade.it
   
Potete seguirci anche su Telegram, collegandovi al canale https://t.me/roncadeit