Amazon a Roncade, cosa sappiamo
   
   
I dati certi e le ipotesi sul progetto di hub al casello della A4 
Conferenza dei servizi il 12 febbraio, il piano è diverso da quello
di cui si discute a Casale

 
24 gennaio 2021

 
Amazon Italia ha bisogno di un hub (in pratica una centrale di smistamento) per strutturare una rete distributiva secondaria nel Veneto Orientale e nella pianura friulana e individua in un'area di 19 ettari lo spazio in cui poter erigere un impianto da 60 mila metri quadrati coperti, in cui ricavare un magazzino al quale far confluire mezzi pesanti per lo scambio di merci, a ridosso del casello autostradale di Roncade-Meolo.
 
A comunicarlo al sindaco di Roncade, Pieranna Zottarelli, mercoledì scorso, 20 gennaio, sono giunti rappresentanti della società progettista veronese Faresì Srl e di Techbau Spa, di Villaggi (Novara), contractor che ha posto la propria firma su altri insediamenti Amazon a Vercelli e in quello rodigino di Castelguglielmo ed al quale lo stesso colosso del delivery ha affidato la delega per il dialogo con l'amministrazione roncadese.
 
La superficie interessata appartiene in via prevalente alla società immobiliare Sassi (riferibile al gruppo estrattivo trevigiano Mosole) e ad alcuni privati confinanti.
  
I passaggi tecnici ora prevedono una conferenza dei servizi il prossimo 12 febbraio fra enti statali, regionali e provinciali in cui si stabilirà se l'iter di valutazione ed eventuale successiva approvazione possa essere gestito in modo semplificato attraverso lo Sportello unico per le attività produttive oppure se le caratteristiche del progetto richiedano passaggi più complessi fra cui una Valutazione di impatto ambientale.
  
La circostanza ha acceso un interrogativo legato ad una discussione in atto da alcuni anni nella confinante Casale sul Sile, comune in cui, al confine con Quarto d'Altino (Venezia) ed anche in questo caso, a pochi passi del punto in cui convergono A4, A27, Passante e tangenziale di Mestre, insiste un progetto di polo logistico rispetto al quale era sempre stato dato per assodato un interessamento di Amazon. Ma di questo nome, nero su bianco, come conferma il sindaco di Casale, Stefano Giuliato, non compare traccia in alcun carteggio ufficiale.
  
Chiedendo chiarimenti sul tema, anche Zottarelli riferisce di essersi sentita dare da Techbau una risposta chiara in questa direzione. Rimane tuttavia un'ipotesi. Dato che quello di Roncade sarebbe un punto di interscambio per mezzi pesanti mentre a Casale è prevista una piattaforma sufficiente a più operatori e dimensionata anche per i furgoni, non si può ragionevolmente escludere che i due disegni di Amazon possano alla fine rivelarsi entrambi validi e complementari.
    
Roncade.it
   
Potete seguirci anche su Telegram, collegandovi al canale https://t.me/roncadeit