Più piste, 600 km sui pedali per chiederle
   
   
Viaggio di una famiglia semi-roncadese per sensibilizzare le amministrazioni
Da sostenere, in particolare, la ciclovia mediterranea "EuroVelo 8"
attraverso l'itinerario del Po "VenTo"

 
13 agosto 2020

 
Da Torino a Roncade per sollecitare più piste ciclabili.
E' uno dei messaggi-chiave nell'iniziativa promossa dal Comune piemontese di Pianezza "Vento lento" e dall'Associazione italiana giovani parkinsoniani (Aigp) giunta nel nostro paese eletto a tappa conclusiva di un tour ciclistico del Nord italia.
   
Fra i partecipanti anche la concittadina Paola Porcellato, residente in Piemonte da alcuni decenni, con il marito, Antonio Garzena, ed i tre figli.
La carovana su due ruote ha toccato Chivasso (Torino), Casale Monferrato (Alessandria) , Pavia, Piacenza, Cremona, Mantova, Rovigo, Chioggia (Venezia), Venezia e Roncade (Treviso).
Come nelle altre città il gruppo ha portato un appello alle varie amministrazioni per sostenere la creazione di nuove piste ciclabili in modo da mettere tutti nella possibilità di usufruirne. L'obiettivo inoltre è di promuoverne l'utilizzo e la manutenzione grazie anche alla collaborazione tra enti.
  
In particolare, il viaggio compiuto, sviluppato per più di 600 chilometri, si pone a supporto del progetto della ciclovia "VenTo" un percorso turistico lungo il Po per collegare Torino con Venezia, spezzone italiano dell'itinerario mediterraneo europeo EuroVelo 8, nato da un’idea del Dipartimento di architettura e pianificazione del Politecnico di Milano.
    
Roncade.it
   
    
Potete seguirci anche su Telegram, collegandovi al canale https://t.me/roncadeit