Vajont, torna la Partita della Memoria
   
   
La seconda edizione di un evento promosso dagli ex avversari del Longarone calcio
Nella tragedia la squadra fu dimezzata. Roncade e San Biagio erano nello stesso girone

 
5 ottobre 2019

 
COMUNICATO STAMPA

Nel 56░ anniversario della tragedia del Vajont viene riproposta l’iniziativa del calcio d’inizio da parte di alcuni giocatori sopravvissuti, in occasione della partita di campionato del Longarone prevista per domenica 6 ottobre 2019, alla presenza del direttore di gara che arbitr˛ l'ultima partita fra Longarone e San Biagio, Sergio Costeniero.
L’evento, che ha avuto risonanza nazionale, Ŕ stato propiziato da Raimondo Giuriato (allora in forza al San Biagio di Callalta), con l’immediata adesione di altri giocatori tra i quali Franco Fattori (a destra nella foto), a quei tempi portiere del Roncade.
Le societÓ trevigiane, infatti, agli inizi degli anni Sessanta del secolo scorso, appartenevano allo stesso girone del Longarone nei campionati dilettanti e dunque era piuttosto frequente l'incontro dei calciatori di pianura e di montagna sui campi delle diverse localitÓ.
Nel disastro del 9 ottobre 1963 i giocatori del Longarone che persero la vita furono cinque.
  
I promotori della Partita della Memoria avevano chiesto aiuto lo scorso anno al “poeta del cemento” Mario Gobbetto (a sinistra nella foto), di Roncade, per realizzare una riproduzione della diga , poi posizionata nel museo del cimitero di Fortogna.
Per la seconda edizione lo stesso artista ha ideato la cornice della foto con i giocatori del Longarone nel campionato 1962/63, ed un pallone tipico dell’epoca.
Questi sono stati consegnati ai responsabili del museo, dove saranno affiancati al modello della diga e rivelati al pubblico in occasione della partita.
    
Roncade.it