Vecia all'Arsenale? Vade retro!
   
   
La contro-imputata Riccarda Selvadega promette battaglia
Troppe cose che "e par fatte apposta par far un piaser a qualcun oppure un dispetto a qualche altro"

 
21 marzo 2019

 
Pazienza se i carri allegorici di Carnevale sono partiti e poi ritornati lì. Pazienza anche per il rischio (per ora teorico, vista l’offerta) di una sottrazione di clientela al sistema commerciale del centro storico.
Ma che l’Arsenale giovedì prossimo si porti via, laggiù, lontano, nel novello Stonehenge della Treviso-Mare, anche il Processo alla Vecia proprio no.
  
Questo si va mormorando sotto i portici. La mega struttura doveva avere l’effetto collaterale di attrarre visitatori da lontano e convogliarli un po’ anche nel borgo? Lo si ripete da sempre e questo era pure ciò che le amministrazioni comunali negli ultimi dieci anni andavano pronosticando.
Invece?
Succede il contrario. E’ l’Arsenale a risucchiare dal cuore della città potenziali flussi di visitatori per attrarli nei suoi spazi coperti e riscaldati.
A costo di acquisire uno degli eventi più tradizionali, come fosse una rete televisiva in cerca di spettacoli da proporre in prima serata.
  
I prossimi saranno il Verdon e la Fiera dei Osei? O l’”Arsenale agli artisti”, dato che dentro il capannone non sarà freddo come sotto il portico a metà dicembre?
Ecco il senso del messaggio dell’autore della “Contro-vecia” che segue, in un “Contro-processo” che, chissà, potrebbe non limitarsi solo allo stadio immaginario.
 
 
CONTRO PROCESSO ALLA “VECIA” 2019


La sottoscritta me medesima “vecia” Riccarda Selvadega vegnaria co questa mia a dir che nson disgustada par dee robe incredibii che solo a Roncae pol succeda, e me spiego, vogio un regolare processo pubblico nella mia cara bella anca se vecia e dirocada ma storica, piasa dee oche , la se faseva il vero confronto pubblico, e se pioveva se andava anca dentro al nostro caro teatro comunale, anca se purtroppo a finiva come al solito, un verdetto “caloroso” e invese i vol portarme in arsenal ma nol se queo nobile venesian, è uno strano arsenal, è un centro commerciale, costruzioni storti e bigorti ultra moderni “sensa” storia, anima e cuor, ma non “gò” gnancora capio el parché, i vol portarme proprio là, fora de man in meso ai campi. sensa nessun rispetto par na pora vecia.

E probabilmente “stoano” (quest'anno) sarà un processo del cavolo, perchè magari me sarò mesa i dei sul naso in pubblico, o fatto del rumor un po' odoroso, cose gravissime da essar procesada e se questi se i capi d'imposizion pasiensa, pagarò, ma go spavento se i soiti magistrati, parsone par ben, ma stranati d'on can i tirarà fora che tutte e magagne de Roncae se colpa mia come quea de non finir la festa dei carri mascherati anziché in centro città come tutte e città serie i dirà che i go portai mi in arsenal, e magari che l'arsenal a roncae o go anca autorisa mi, e come tutti i stranieri centri commerciali i fa i c...i sui incassando schei boni, e le tase dove le paghei? Qua in Italia no credo proprio, intanto e nostre botteghe e sera che danno vita e lustro ai nostri centri storici cittadini ma che pagano le tasse “forse” poche ma in Italia.

Saria el colmo se anca i incidenti dee piste ciclabii fuse colpa mia, compresa la sparision di tanti posti auto magari comodi a donne con carrozzino o anziani col baston ma coe gambe fiache che i parcheggiava cusi ben e utili al commercio per la vita del paese. Colpa mia anca qua che so lèsar poco e scrivo peso, pare il frutto di studio di un gruppo di archirtetti laureati a Camerino a suon di polli, ma pagati con i soldi dei cittadini roncadesi, stalli strani impraticabili anche per draiver esperti (autisti in inglese) suddivisi con colori di difficile interpretrazion da aver bisogno de un filosofo par capir come metar e machine, i sembra fati apposta par far un piaser a qualcun oppure fare un dispetto a qualche altro. Ormai Roncae el se proprio desfà, opera ormai compiuta toendo (eliminare) ancora tanti altri posti auto in piasa dee oche par slongar ma pista ciclabile di pochi metri par poche biciclette.

Firmato Riccarda Selvadega

P.S. (scritto par ultimo) domando scusa par el me strano modo de spiegarme forse subirò qualche altra condanna ma sono sincera e me pianse el cuor a veda Roncae cusì ridota.
  
    
Roncade.it