Ultimo saluto per ogni religione e cultura
   
   
Una Casa funeraria a lato della Treviso-Mare entro il 2020
L'iniziativa di Trevisin Roncade srl. "Studieremo i migliori servizi e
cerimonie per tutti i riti"

 
3 ottobre 2019

 
Una casa funeraria con sala del commiato, che si presti ad accogliere i momenti che precedono la sepoltura o la cremazione in armonia con le sensibilità di tutte le confessioni religiose o tradizioni laiche.
Sorgerà a Roncade entro il 2020, su un’area di circa mille metri quadrati, per iniziativa di Marco Trevisin titolare della Trevisin Roncade srl, impresa di onoranze funebri di quarta generazione, da almeno tre anni impegnato nella definizione di un progetto molto più complesso, per la varietà di normative implicate, di quanto si possa immaginare.
  
Il luogo è un’area a ridosso della Treviso-Mare, sul lato sud della rotatoria dello svincolo d’uscita di Roncade, fra i “tombotti” e via Ca’ Morelli, su una superficie dietro la costruzione a L che appartiene alla famiglia Trevisin da oltre 150 anni e che costeggia il profilo della rotonda stessa.
Al progetto, la cui posa della prima pietra è attesa entro Natale, è stato dato il via libera con una delibera del Consiglio comunale votata all’unanimità nell’ultima seduta del precedente mandato.
  
“Innanzitutto vorrei non si pensasse ad una serie di stanzoni anonimi con qualche sedia – premette Trevisin - perché la grande attenzione e l’estrema delicatezza che stiamo dedicando al nostro progetto hanno come scopo quello di realizzare una struttura in cui siano disponibili tutti i possibili servizi e che possano essere forniti trattamenti studiati per qualsiasi sensibilità ed economicamente accessibili a chiunque. Vogliamo nel frattempo maturare noi stessi un’adeguata preparazione in materia di cerimoniale e intendo incontrare, attorno ad uno stesso tavolo, rappresentanti di ogni gruppo religioso presente nelle province almeno di Treviso e Venezia. Vorrei anche poter presentare l’iniziativa ai sindaci del circondario perché il progetto possa essere comunicato in modo adeguato alla popolazione”.
  
I dettagli saranno resi noti in seguito ma qualche anticipazione, a titolo di esempio, può già essere avanzata. La casa funeraria, che sarà una fra le più grandi del Veneto (in regione non operano più di una dozzina di strutture di questo genere, nel Trevigiano soltanto quella di Gorgo al Monticano), potrà offrire stanze per il raccoglimento, arredate come piccoli salottini. Questi saranno comunicanti con lo spazio in cui sarà collocata la salma da vegliare anche alla quale saranno rivolte le cure più rispettose.
Sono poi previste aree riservate ad eventuali bambini che i familiari vogliano portare con sé, così come, nella sala del commiato, sarà offerta tutta l’assistenza per commenti musicali o interventi di oratori, non escludendo, in futuro, punti di conforto psicologico.
 
“Ciò che immaginiamo, in sostanza – prosegue Trevisin – è un luogo allo stesso tempo raccolto e aperto alla collettività e che si ponga come soluzione migliorativa rispetto ad ambienti, spesso improvvisati ed impersonali, usati sempre più di frequente in alternativa alla chiesa, per recare l’ ultimo saluto ad una persona cara. Siamo convinti – conclude – di poter in questo modo valorizzare anche Roncade, iniziando a fornire in questo settore servizi qualificati e destinati ad essere sempre più richiesti”.
    
Roncade.it