Centro storico, nuova vita
   
   
Dossi, pista ciclabile e sana lentezza
Verso la conclusione gli interventi di riqualificazione di via Roma

 
8 maggio 2018

 
Si fa finalmente sul serio. La ricomposizione del fondo di porfido, cubetto dopo cubetto, si protrae da un paio di mesi e può dirsi ormai completata. Lavoro di precisione e pazienza passato discretamente nella vita del centro storico di Roncade e che ha avuto un impatto, in termini di disagio, sostanzialmente nullo.
  
Adesso tocca agli interventi di maggior visibilità e destinati ad incidere in modo rilevante sui comportamenti dei fruitori del corso, dagli automobilisti ai ciclisti ai pedoni.
Entro breve, cioè, i tre larghi dissuasori previsti saranno realizzati e con questi dovrebbero attenuarsi gli sprint, specie notturni, ben oltre il limite dei 50 km/ora. Anzi, la soglia massima di velocità permessa sarà abbassata a 30 km/ora.
I dossi avranno la larghezza sufficiente ad ospitare i passaggi pedonali mentre la carreggiata subirà un costante restringimento, di circa 2,5 metri, così da rendere ancora più cauto il transito veicolare.
A guadagnarne saranno i ciclisti. Con la pista lungo via Roma sarà finalmente collegato il sistema che si connette a Biancade con quello che, diramandosi da piazza 1 maggio, si dirige sia verso Casale sul Sile sia, soprattutto, verso scuole e impianti sportivi, lungo via Vivaldi.
Per unirsi a via Garibaldi e raggiungere San Cipriano-Musestre, è vero, manca ancora il tratto di fronte al Castello e chiesa parrocchiale ma, va ricordato, c'è sempre il segmento fra la zona stadio e via Roma-Garibaldi attraverso via Pantiera.
  
Tornando su via Roma centrale, la ricaduta dell'operazione in termini di perdita di posti auto c'è (gli stalli per i disabili, tuttavia, aumentano) ma è moderata (una dozzina). Rimane in sostanza da incentivare la fruizione dei capienti e sottoutilizzati parcheggi nelle immediate vicinanze del centro storico (Donatori di sangue, Montiron, Casa di riposo e, presto, ex Lidl).
    
Roncade.it