Fa & Desfa Spa
   
   
Furgoni ambulanti tranquillamente sul porfido appena posato
Il marciapiede è durato una notte. Questa mattina nè transenne nè avvisi. Ed è tutto da rifare. Sindaco: "Tutto previsto, è una prova"

 
22 gennaio 2018

 
La sensazione è quella di trovare rigata l'automobile nuova, ordinata sei mesi prima, e ritirata ieri dalla concessionaria.
Dopo un'attesa durata due stagioni almeno, ecco che lunedì scorso, non appena smantellato il mercato, gli operai della ditta incaricata smontano i sanpietrini del primo tratto del lato Est per ricollocarli con grande rapidità, in modo da far dire a chi, la domenica successiva - cioè ieri - si sarebbe recato in centro: "oh, guarda che bel lavoro".
Ma - notizia - il mercato torna ogni lunedì.
Questa mattina nessuno ha pensato di informare gli ambulanti che quella sabbia sotto il selciato è appena stata posata. E' morbida, tutta ancora da assestare.
Nessuno ha pensato di lasciare lì i new jersey che fino a ieri sera hanno protetto un settore apena ricucito e che ha bisogno di cicatrizzarsi con i tempi fisiologici. Neppure un avviso.
 
Quindi, con il sole appena levato, ecco che qualche tonnellata di furgone è stata lasciata salire, come ogni lunedì mattina, sul marciapiede, rimasto vergine e bello come non lo si ricordava da decenni ma per una sola notte.
L'effetto è descritto nella foto, porfido divelto e tutto da rifare.
Ci deve essere in qualcuno una soddisfazione sottile, evidentemente. Una specie di gusto innato per il dispetto, un fastidio patologico tremendo per ciò che è bello. Ci vorrebbe un assessorato alla psicanalisi.
  
Toccherà in fretta e furia, non fosse altro che per arginare la propagazione della misera barzelletta, riparare subito.
Il fatto che non sia gratis e che i soldi siano di tutti quasi quasi è un pensiero secondario rispetto a quello centrale. Che consiste nella mancanza stessa di un pensiero.
Non è che si pretenda intelligenza, per carità. Ci si può accontentare di un minimo sindacale di buon senso.
  
Vediamo se ci sarà almeno la dignità di chiedere scusa.
    
Roncade.it
   

Roncade, 22 gennaio 2018


“E’ solo una prova di carico programmata”

”Nessun problema, i solchi sui sampietrini appena posati. Si tratta solo della prova di tenuta tecnica che la ditta che si sta occupando del ripristino del fondo ha voluto fare con i carichi presenti il giorno del mercato. La ditta stessa stamattina era presente e ha preso visione della prova.”
Sono le parole che il sindaco trasmette per tranquillizzare i cittadini che si stanno allarmando oggi alla vista dei solchi sui lavori appena compiuti in via Roma a Roncade.
“Meglio prevenire che curare. I lavori non sono finiti, manca il collante che la ditta stenderà solo quando i sampietrini saranno in grado di sostenere il peso degli automezzi, delle bancarelle e del traffico normale in città.Quello di oggi è un test di tenuta preventivato da subito, una semplice prova di carico, una verifica doverosa per garantire un lavoro ottimale. Ma il cantiere è ancora in corso e i lavoro potrà dirsi ultimato solo quando verrà stesa la resina e verificata la sua tenuta”.

Ufficio Stampa Città di Roncade