Tullio, sei in cortocircuito
   
   
Zerbinati: "Chiederai udienza a Rubinato o a Moretti?"
Per l'ex consigliere le dimissioni sono funzionali ad una candidatura a sindaco o alla Regione

 
27 gennaio 2017

 
Leggo solo oggi delle dimissioni dell'Assessore Tullio.
E la notizia mi ha fatto venire la voglia di scrivere, dopo anni di assenza, su Roncade.it ( non faccio ovviamente più politica attiva ma non per questo non seguo alcune vicende locali).
  
Mi permetto, con rispetto, di esprimere la mia opinione su questa decisione: cara ex-assessore il bilancio sull'operato della Giunta si fa ....in Giunta. E’ qui che si deve esprime il proprio pensiero con chiarezza, onestà intellettuale ed anche coraggio se proprio necessario. Ma bisogna volerlo.
Tutto il resto della lettera è propaganda per i supporters.
  
A me resta la convinzione che il pensiero dell'ex-assessore sia di essere libera per di ricandidarsi a sindaco o per riprovare a correre per le regionali: e qui la vedo difficile perché o prova a chiedere nuovamente udienza all’On. Rubinato che l’aveva inserita nel listino bloccato, oppure chiede sostegno all’On. Moretti che la Tullio ha sostenuto apertamente durante le Primarie del PD (e così si è inimicata una mentre l’altra sta inanellando figuracce (si è dimessa da capogruppo e non mi sembra una sponsor da utilizzare oggi !).
Oppure entrerà a far parte della famiglia dei Grillini e con essi tenterà la Regione.
In altre parole per dirla alla "Moretti (regista)": mi si nota di più come assessore o se mi sgancio oggi e faccio l'oppositrice interna? (Ricordo all’assessore dimissionaria che è necessario protocollare la propria uscita dalla maggioranza e non basta farla credere su Roncade.it).
  
Cara Assessore così è certo che l'hanno notata tutti ma negativamente comunque la si voglia guardare.
 
Con ossequi
    
Guido Zerbinati