Via Roma rinnovata per Natale
   
   
Novità da nuovo incontro. In due mesi centro "lento" e con porfido
Carreggiata più stretta, dossi, pista ciclabile protetta e basta bobine volanti. Piazza I maggio pedonale aspetterà invece il 2018

 
10 agosto 2017

 
Questa volta paiono esserci tempi e idee chiare.
Prima di Natale via Roma sarà sistemata in modo da conservare il porfido dove già ora si trova, in attesa di una sua rivisitazione profonda secondo il disegno della Piazza Longa appena ci saranno i soldi.
Piazza I maggio dovrà attendere, sopportando ancora i rattoppi, il 2018. Il prossimo anno, però, salvo complicazioni, ci dovrebbero essere le disponibilità finanziarie per conferire alla stessa il suo aspetto definitivo, con pietra nobile a terra, aiuole ed alberature e pedonalizzazione completa a meno di una dozzina di posti auto superstiti.
E' la prospettiva delineata dal sindaco, Pieranna Zottarelli, e dall'assessore ai Lavori pubblici, Gilberto Daniel, in un incontro con il Comitato dei cittadini del centro.
Veniamo a via Roma.
Non appena terminate le manifestazioni di settembre dovrebbe prendere avvio un cantiere “mobile” che interverrà sul corso senza compromettere più di tanto il traffico. Alla fine si otterrà una carreggiata di larghezza complessiva ridotta a 5,5 metri (contro i 7,85 attuali), con la conservazione del marciapiede-parcheggio sul lato Est (quello con la schiera continua di portici, per intenderci) ed il mantenimento anche della piattaforma lastricata sul lato opposto. La quale, però, avrà una destinazione diversa da quella di oggi. A ridosso degli edifici sarà ricavata una corsia solo pedonale, affiancata da una pista ciclabile su porfido larga 2,5 metri.
La banda successiva di asfalto, larga 2,2 metri, sarà dedicata a parcheggi in linea (cioè paralleli alla strada) e ad una fascia di protezione larga un' ottantina di centimetri per agevolare la manovra.
Sulla via saranno realizzati tre larghi dossi rallentatori con passaggio pedonale, due in porfido e uno in asfalto, all'inizio settentrionale di via Roma, con imposizione di una velocità ridotta a 30 chilometri l'ora.
Il selciato di porfido verrà sostituito con pezzi di qualità migliore rispetto agli attuali e “legato” da una speciale resina elastica che dovrebbe assicurarne la stabilità.
Per il superamento del problema dei cavi volanti si è scelto l'inserimento di un “corrugato” fra asfalto e cordolo in cui inserire il conduttore elettrico principale dal quale, a intervalli regolari, saranno innestate le derivazioni con prese elettriche a scomparsa.
In un secondo momento l’Amministrazione si occuperà dell’arredo urbano dei portici, che verranno forniti di fioriere e di posacenere uniformi.
     
La soluzione descritta dall'amministrazione comunale, che richiede un impiego di risorse non superiore ai 164 mila euro inizialmente disponibili, è ritenuta soddisfacente dal Comitato soprattutto perché centra l'obiettivo primo attorno al quale i cittadini del centro si erano aggregati. Ossia la contrarietà al primo progetto, il quale prevedeva la sostituzione quasi ovunque del porfido con un manto bituminoso, materiale giudicato degradante rispetto al contesto urbano in cui sarebbe stato inserito soprattutto per la vicinanza al complesso rinascimentale di Villa Giustinian.
 
Al netto di nuove “sorprese” sempre possibili, va riconosciuta in questo caso la disponibilità al confronto ed all'ascolto da parte dei gestori della cosa pubblica in carica ed individua nel dibattito innescato – pur non sempre facile e a volte necessariamente forzato da piccole ma civili scelte di provocazione – un modello partecipativo fra popolazione ed amministratori efficace e replicabile.
 
 
   
Smaniotto (Comitato): un buon lavoro ma continuiamo a vigilare
 

10 agosto 2017


Entro il 2017, dunque, via Roma subirà un deciso lifting che la trasformerà, mettendo in sicurezza bici e pedoni.
 
La grossa novità che tranquillizzerà le centinaia di cittadini firmatari della petizione depositata in municipio il 25 marzo consiste nella scelta di ripristinare i sampietrini per i marciapiedi e per la pista ciclabile. Niente conglomerato, quindi, nemmeno per i ciclisti.
 
Il progetto riprende quello annunciato a inizio anno dagli amministratori i quali, però, hanno ritenuto di dover prendere atto dei consigli e degli indirizzi dati dal Comitato e dai roncadesi presenti alla riunione pubblica che si è tenuta il 28 aprile.
  
Diverse persone, in quell’occasione, avevano auspicato interventi in sintonia col progetto della futura “Piazza Longa” che non ne ostacolassero la realizzazione e non involgarissero il centro con materiali poco pregiati.
 
Il portavoce del Comitato, Roberto Smaniotto, da’ atto al sindaco, Pieranna Zottarelli, e all’assessore di comparto, Gilberto Daniel, di aver risposto con trasparenza a tutte le domande poste loro nell’ultimo meeting, avvenuto martedì 8 agosto. “Dobbiamo continuare a vigilare, ma dobbiamo anche dar fiducia al Comune. Ci sembra che le nostre critiche e le nostre proposte siano state prese in debita considerazione. Ci possiamo ritenere soddisfatti e ci sembra di avere fatto un buon lavoro”.
  
E piazza I Maggio?
 
Il più grande spazio pubblico del centro storico sarà messo in stand by, in attesa dei fondi necessari per renderlo fruibile come area di aggregazione.
  
“Per il 2018 – sono le fondate speranze del sindaco – credo si potranno trovare le risorse per rendere piazza I Maggio bella e accogliente, secondo il progetto già approvato, con un severo taglio dei parcheggi, che rimarranno solo sul lato portici, un’aiuola verde a mascherare gli edifici meno decorosi, una barriera vegetale per attutire i rumori del traffico sulla provinciale e isolare la piazza anche visivamente.”
  
Daniel si sofferma sui particolari con gli occhi che già brillano. “Il fondo verrà realizzato con lastre di porfido. Sarà disegnata una raggiera che proseguirà anche sulla strada fino ai portici dell’altro lato per creare un continuum con la piazza. L’idea è infatti quella già definita di piazza Longa che, pur non togliendo la possibilità alle auto di transitare, coinvolga anche via Roma in un’idea di fruibilità totale per chi vive Roncade.”
 
Unica nota stonata, ma necessaria, la messa in sicurezza temporanea della piazza con “pezze” di asfalto che la imbruttiranno ancora di più, ma per un periodo – assicurano sindaco e assessore – molto limitato.

Aldina Vincenzi
 
  
10 agosto 2017

 
Il CCC, comitato per il Centro Cittadino, ringrazia il sindaco, Pier Anna Zottarelli, e l'assessore ai lavori pubblici Gilberto Daniel per l'incontro tenutosi martedi 8 agosto nella sala comunale dove, assieme, si è visionato e discusso il proggetto per la ristrutturazione del centro cittadino.
  
In questo terzo incontro si è dato un via ufficiale ai lavori, entro sessanta giorni, per la revisione urbana di via Roma. Il proggetto prevede il mantenimento del porfido, con migliorie tecniche su entrambi i lati, l'inserimento di una pista ciclabile ed un percorso pedonale sul lato destro, il mantenimento di parcheggi longitudinali, aree di carico scarico, parcheggi e abbattimento delle barriere architettoniche per i diversamente abili, interramento dei cavi elettrici volanti, rallentatori di viabilità.
Il proggetto si svilupperà a stralci durante un paio di mesi al massimo dall'inizio dei lavori.
L'ultima fase nel 2018 prevede il rimodernamento di Piazza Primo Maggio, sempre in stile con via Roma e nella versione rivisitata di Piazza Longa.
Ci riteniamo soddisfatti dei risultati raggiunti e ringraziamo pubblicamente l'impegno dell'amministrazione comunale a discutere e rivedere il proggetto con il nostro comitato.
  
Il portavoce CCC
Roberto Smaniotto
  
 

Sulla discussione relativa al centro storico in atto da undici mesi, ecco di seguito in ordine cronologico, a partire da settembre 2016, tutti gli articoli collegati prodotti da Roncade.it:
   
Giorni contati per i sampietrini. Entro fine anno asfalto su piazza e marciapiedi
I posteri saranno spietati. Sartor: "L'asfaltatura della piazza è una follia"
Centro rifatto a primavera. Il progetto atteso per fine anno
Sanpietrinburgo. Nessuna notizia sul rifacimento del centro storico
Piazza a posto entro primavera. Daniel: "Progetto quasi pronto, serve ok Soprintendenza"
Daniel: "Avete equivocato". Quello sulla piazza è un intervento provvisorio

Piazza, andiamo di Faq. Risposte ufficiose a domande frequenti
Sanpietrinburgo, dovremmo esserci. Daniel: "Il 20 preliminare definito"
Cento firme per la piazza. Il Comitato chiede un incontro pubblico urgente
Piazza, il disegno è blindato. Ecco le carte: progetto classificato già definitivo
Fronte Sanpietrinburgo. Locandine resistenti, no all'asfalto da negozianti e residenti
Piazza, la via europea. Marra: "Una richiesta di fondi può avere successo"
E sarebbe una città murata. Quota rinnovata per restare nell'elenco
Piazza, venerdì 28 è il D-day. Avremo porfido o bitume?
Piazza, il bicchiere è mezzo pieno. Vi sono alcune aperture al porfido
Centro, solo 155 mila euro. Messa in sicurezza solo per via Roma?
Stavamo dicendo. Piazza I maggio definitiva, via Roma provvisoria
Piazza, è già Game Over?  Lettera del Comitato al sindaco: silenzio da 50 giorni 
  

Roncade.it