Piazza, la via europea
   
   
Marra: "Scritta come si deve una richiesta di fondi comunitari può avere successo"
Se siamo convinti che il centro debba essere riqualificato ci si deve impegnare al massimo

 
3 aprile 2017

 
Vorrei fare qualche osservazione. E’ evidente che il centro di Roncade ha bisogno di una sistemazione ma all’interno di un progetto globale, che al Municipio dicono esiste, ma che non è finanziabile.
 
Quello che allora si deve elaborare è un progetto da titolarsi come “Riqualificazione del centro storico della città di Roncade” da presentare per ottenere fondi europei.
 
Una cosa va chiarita: alla UE non interessa verificare se Roncade possiede elementi storici o artistici di assoluta rilevanza, interessa piuttosto che la domanda fatta rientri in un articolo o bando e che sia burocraticamente esatta. La domanda è un fatto burocratico e come tale va trattata. Deve essere ineccepibile, a questo riguardo ricordo che a Bruxelles esiste un ufficio del Veneto al quale fare riferimento e eventualmente da visitare fisicamente. Ed esistono anche agenzie che si occupano di elaborare le domande, a cui molte università - sebbene, credo, meglio attrezzate di uffici tecnici, con tutto rispetto, del comune di Roncade - si rivolgono.
 
Passando al progetto, è essenziale definire il termine “riqualificazione” o “restauro” o “valorizzazione” e per questo ci vuole un urbanista, uno storico dell’arte, un tecnico di varia specialità: si tratta di affrontare il problema dal punto di vista storico, artistico (ad esempio il restauro degli organi esistenti ecc), paesaggistico, energetico, della viabilità e via dicendo. Se siamo davvero convinti che il centro di Roncade - e il paese nel suo complesso - debba essere riqualificato e che ne valga la pena, bisogna operare in questo senso con il massimo impegno.
 
Pertanto la domanda deve essere redatta con il taglio giusto, con documentazione esatta dei siti, delle riqualifiche, mettendo in evidenza il benessere che ne deriva alla popolazione e in generale al patrimonio artistico italiano. Credo che se persone interessate cominciano a pensare, le idee vengono e prospettive magari inespresse cominciano a vedere la luce.
 
Cordiali saluti
    
Giulio Marra