Angelo Lucatello secondo Sartor
   
   
Nuovo testo storico sull'imprenditore di Biancade
Un protagonista delle Pmi venete fra il dopoguerra e la globalizzazione

 
25 maggio 2017

 
COMUNICATO STAMPA

Sarà presentato a Treviso il nuovo lavoro storico di Ivano Sartor dedicato a un importante imprenditore roncadese, che appena finita la seconda guerra mondiale ha avviato un’attività artigianale che con gli anni ha saputo far sviluppare e trasformare in un gruppo di aziende, nel settore del mobile.
Il volume “Angelo Lucatello. Umanità e ingegno di un imprenditore veneto” (Piazza Editore) sarà presentato venerdì 26 maggio, alle ore 20.30, nel prestigioso palazzo storico di Palazzo Giacomelli che si affaccia sul Sile, sede degli eventi di Unindustria Treviso, in Piazza Garibaldi n. 13. 
Doveva presentare l’opera lo storico prof. Giuliano Simionato, Presidente Emerito dell’Ateneo di Treviso, ma un imprevisto e serio impegno lo ha chiamato altrove.
Il relatore sarà invece il prof. Ferruccio Bresolin, docente di economia dell’Università di Ca’ Foscari, che tra l’altro è un ottimo conoscitore della realtà socio-economica veneta e trevigiana.
Porteranno il saluto il vicepresitende Unindustria Treviso dr. Giuseppe Bincoletto e il promotore della pubblicazione Luciano Lucatello.
Non è solo storia locale. Nella vicenda umana e imprenditoriale del Comm. Angelo Lucatello (1912-1995), imprenditore del Mobile di Biancade impegnato in varie attività sociali e altruistiche, si compendia la vicenda della Piccola e Media Impresa italiana nel Nord del Paese: dalla ferma e fantasiosa volontà di ricostruzione del dopoguerra, allo sviluppo artigianale, alla crescita verso la dimensione industriale tra anni ’60 e ’70, fino alle crisi di settore degli anni ’80 e ’90, superate poi da chi ha avuto capacità di innovazione di prodotto e d’apertura ai mercati internazionali. Il tutto con un forte radicamento alla comunità locale, traendo forza dalle radici profonde radicate nella propria terra e alimentate dai valori umani ed etici che le alimentano.
Ai presenti la famiglia Lucatello avrà il piacere di omaggiare una copia del volume.
    
Roncade.it
   

 
Il Comm. Angelo Lucatello

che ho avuto il piacere di conoscere, si è sempre dimostrato persona di grande serietà professionale e di incommensurabile umanità.
Voglio solo ricordare che, in occasione del terremoto dell'Irpinia del 1980, offrì l'altare in legno massiccio per la chiesa di Pescopagano semplicemente perchè mio padre gli disse che l'altare originale era andato distrutto e il parroco officiava la S. Messa su una tavola da cucina.
 

Pietro Tullio