Brava gente
   
   
Quando pesi e misure sono doppi
Rabbia per i furti di biciclette ma comprensione per furbate più eleganti

 
7 luglio 2017

 
“Abbiamo avuto un commerciante, dico un commerciante generico in modo tale che non possa essere in alcun modo riconosciuto, che ha venduto i buoni e si è, purtroppo, trattenuto i soldini. Ma siamo andati a transare, li stiamo recuperando gradualmente”.
E' un'espressione che passa quasi inosservata, in un documento di 13 pagine, che fa il resoconto di una discussione nell'ultimo Consiglio Comunale relativa all'operatività della Fondazione Città di Roncade.
A parlare è il presidente, Giovanni Mazzon, e l'oggetto sono i buoni pasti scolastici quando erano ancora in forma cartacea. I tagliandi si acquistavano anche in una serie di esercizi commerciali, il servizio era offerto dai negozianti senza oneri.
Qualcuno, a quanto pare, rende noto Mazzon, ha cercato di fare il furbo.
Impadronirsi di cose non proprie, in questo caso soldi, di solito è un'azione che ha un nome.
A Roncade c'è gente abbastanza infastidita, per non dire proprio arrabbiata, perché capita spesso di veder sparire la propria bicicletta, vecchia o nuova, o anche quella di bambini piccoli.
Impadronirsi di cose non proprie, in questo caso biciclette, ha lo stesso nome ma il sangue va alla testa più violentemente.
La ragione è quella consueta.
Sottrarre un oggetto preciso ad una persona precisa (la bicicletta) è percepito come atto esecrabile.
Sottrarre un po' alla volta qualcosa che appartiene ad una comunità ampia (i soldi destinati alla mensa scolastica) configura una colpa molto diluita, perdonabile senza clamori.
Si accetta che il responsabile rimanga anonimo e infatti nessuno ha eccepito.
Non stupirebbe se, nonostante gli importi in gioco, neppure fosse stato denunciato.
Purtroppo per lui è stato scoperto, pagherà un po' alla volta ma senza vergogne.
  
A rubare le biciclette poi sono i forestieri, per simili gesti siamo soliti invocare pene esemplari. Minimo minimo la prigione.
Il negoziante invece è di Roncade.
Marachella, vabbè. Ma tutto sommato brava gente.
    
Roncade.it