Teatro Vittoria ciao ciao
   
   
Abbattuta anche la facciata, non valeva un granché
Ma nessuno alla vecchia sala voleva così bene, ogni parola ora sarebbe ipocrita e tardiva

 
9 agosto 2016

 
Alla fine è andata giù.
Forse non era proprio una bellezza, quella facciata.
Forse gli elementi che conservava di tratti Liberty, evidenziati in un intervento dello scorso inverno da Ivano Sartor, non erano proprio così decisivi.
Forse una conservazione avrebbe comportato costi fuori misura e, con la necessaria ricostruzione dalla base di tutto il resto, ne sarebbe uscito qualcosa di poco armonico.
Da inesperti è bene tacere, si può soltanto riporre fiducia in chi deciderà come sfruttare al meglio lo spazio restituito al vuoto.
  
Del resto di quel vecchio teatro nessuno sentiva la mancanza.
Le nostalgie dei bei tempi andati non hanno certo generato da parte dei roncadesi proposte di recupero o di riutilizzo e ogni verbo pronunciato adesso sarebbe ipocrita e tardivo.
Rimanesse anche solo una spianata per far parcheggiare chi va a messa, quelli contenti sarebbero più numerosi dei romantici.
Fine della storia.
  
 
Roncade.it