Pieranna frottolona
   
   
Sartor: "Sindaco, a che pro mentire?"
La doppia versione sulla rescissione della convenzione con Silea per la Polizia locale

 
17 novembre 2016

 
Sono passate poche ore ed emerge con evidenza la bugia che il Sindaco Pieranna Zottarelli ha raccontato ieri sera al Consiglio Comunale di Roncade.
Nella discussione di un più che ordinario assestamento di bilancio, ho richiesto al Sindaco informazioni circa delle “voci di corridoio” secondo le quali l’Amministrazione Comunale di Silea avrebbe abbandonato il servizio della Polizia Locale in convenzione con Roncade e altri Comuni. Chiesi se ciò corrispondesse al vero ed eventualmente di conoscerne le motivazioni.
Il Sindaco ha confermato che da Silea è pervenuta una lettera in tal senso e che quel Comune prende tale decisione per ragioni sue, riconducibili in sostanza a sue problematiche riguardanti il personale, legate alla gestione del proprio bilancio.
In buona sostanza– diceva la Zottarelli – Silea non lascia il servizio convenzionato per dissensi sulla gestione, ma per proprie esigenze, di rispetto dei parametri personale/bilancio.
  
Ecco che, neanche a farlo apposta, a poche ore di distanza, oggi su un quotidiano locale appare un articolo di stampa nel quale si legge che il Comune di Silea abbandona la convenzione “sbattendo la porta, dopo settimane di tensioni”, per motivi che non sono solo economici, ma operativi.
In finale d’articolo si legge pure che “a tutto ciò si aggiunge il fatto che a Silea nessuno sembra essere soddisfatto dei risultati ottenuti con la convenzione con gli altri quattro Comuni”.
  
Ora, il punto della questione non è se Silea abbia ragione o torto. Difficile dirlo così, senza sentire approfonditamente le parti e analizzare con obbiettività le circostanze.
Il punto è che il Sindaco di Roncade dice bugie. E questa, l’ennesima a quanto ci sembra, è straordinariamente palese.
Avrà un bel dire, lei, ma per fortuna c’è una registrazione della serata, che i cittadini a breve potranno ascoltare.
Signor Sindaco, cose Le è giovato non dire la verità pura e nuda?
Nessuno Le avrebbe imputato alcunché. Son cose che succedono.
Bastava conoscere.
    
Ivano Sartor
 Capogruppo della “Lista Civica Cittadini di Roncade”