La Pro Loco non frequenta il P3?
   
   
Nel 50° della Fiera dei Osei sito statico e non aggiornato
Nelle pagine solo copie di locandine, molte delle quali vecchie. Eppure il web è gratis

 
23 agosto 2016

 
Che opinione avreste di un negozio di abbigliamento il cui gestore dimenticasse in vetrina camicie, gonne o maglie dell'anno prima?
E se un'organizzazione pubblica lasciasse nel suo sito web copie statiche di manifesti di eventi avvenuti lo scorso anno, facendo del resto vedere che, di volta in volta, ci si limita appena a cambiare la data lasciando intatto testo e impianto grafico?
E se nella pagina Facebook collegata l'ultimo aggiornamento risalisse a quasi tre mesi prima?
  
Questa è la Pro Loco di Roncade, a pochi giorni dall'evento più "storico" e frequentato, ossia la Fiera dei Osei. La quale, per inciso, quest'anno compie mezzo secolo e simili ricorrenze di solito sono valorizzate più del solito.
Invece oggi, 23 agosto 2016, nella home page del sito prolocoroncade.it, in apertura, ci sono le locandine di due eventi già chiusi in agosto (un concerto rock e una sagra a san Cipriano), poi di un evento risalente al 4 giugno (Giornata di studio su Lino Selvatico) e di un'iniziativa ludico-motoria (Datti una mossa) esaurita a luglio.
Nella sezione "Eventi" le pagine non aggiornate, con analoga copia conforme statica di locandine identiche di anni che arrivano fino al 2014, sono la regola, anche se per eliminare quelle vecchie bastano due clic di numero.
 
Due domande.
La prima è perché? Ogni fine settimana ciascuno di noi riceve, su pc o smartphone, attraverso i social network o newsletter dedicate, almeno una decina di proposte da località vicine per appuntamenti di ogni tipo.
Essere minimamente concorrenziali sul web - che è il canale più gratuito, rapido e ormai penetrante che esista - per chi promuova iniziative pubbliche è perciò un obbligo. Non fosse altro che per non mortificare la piattaforma di sponsor locali che in quelle iniziative ancora crede e per riconoscere con una giusta visibilità l'impegno di tutti quei volontari che vi dedicano ore senza chiedere nulla in cambio.
  
La seconda è: che reputazione può avere una senz'altro meritoria attività di formazione pubblica e gratuita del Comune, come il P3@Biancade, se a non aver ancora imparato nulla di web sono proprio i comunicatori di un braccio operativo comunale quale è la Pro Loco?
 
Roncade.it