FB.jpg (3148 byte)

   
Mercoledì
6 gennaio
2016

 

Panevin, parrocchie incuranti dell'ambiente

Dani (M5s): "Con questo inquinamento fuochi da evitare comunque"
Il Comune ha avallato anche il rogo sul Sile. Proponiamo un dibattito sull'aria e un concorso di idee
  
Già nella seduta del Consiglio Comunale del 30 marzo 2015, il Movimento 5 Stelle aveva fatto presente all'Amministrazione comunale, con dati scientifici, la problematica ambientale che le combustioni libere provocano nel territorio e quindi anche alla salute pubblica.
Cercavamo, con largo anticipo, di stimolare i governanti a trovare idee alternative (magari coinvolgendo in questo anche le scuole) per modificare solo quella parte di tradizione che inquina.
  
Nell'ultimo Consiglio Comunale del 28 dicembre 2015, ci siamo dichiarati non soddisfatti della risposta data dall'Assessore all'Ambiente in merito ad un'altra nostra interpellanza sull'inquinamento ambientale, perché riteniamo che soprattutto in una situazione emergenziale quale quella in cui ormai costantemente viviamo, anche un solo falò sia di troppo e non si debba mai, in alcun caso, sacrificare la salute pubblica.
  
Riteniamo non si debba agire in emergenza ma per tempo coordinando le varie esigenze e problematiche: smaltire correttamente le ramaglie non è così semplice e secondo noi il Comune dovrebbe dare un aiuto ai cittadini che da soli non sono in grado di gestirle.
   
Alle tre Parrocchie che incuranti del territorio e della salute pubblica hanno deciso comunque di procedere con le combustioni (di legna secca?!!) vorremmo solo dire: leggete l'enciclica di Papa Francesco "Laudato sii" e fatene tesoro.
 
All'Amministrazione, per quanto concerne la pira sul fiume Sile, vogliamo ricordare che anche se le competenze ricadono sul Comune di Quarto d' Altino, aria - acqua - terra sono beni comuni e comunque avendo patrocinato tale falò ha avallato anche quest'anno un'ulteriore deroga alla salute pubblica e all'ambiente.
   
Proponiamo quindi per i mesi a venire un dibattito pubblico sulle problematiche e le possibili soluzioni condivise rilanciando un concorso di idee per la Vigilia d'Epifania e Metà Quaresima.
                        
  

Katia Dani
Movimento 5 Stelle Roncade

  

 
Condividi su Facebook