Ditino allegro
   
   
Spiegato il pasticcio, il vertice di Leonardi solo per genitori
L'imbarazzo è stato provocato da un incauto passaparola via WhatsApp

 
4 novembre 2016

 
Non era un incontro aperto a tutti i cittadini ma riservato ai genitori degli studenti della scuola media quello che si è svolto ieri sera nell'istituto scolastico roncadese con l'assessore comunale alle politiche della formazione, Sergio Leonardi
A spiegare la vera natura dell'evento, che perciò non richiedeva una convocazione formale attraverso i canali istituzionali, è stato in serata un nuovo messaggio WhatsApp giunto dai promotori e di cui riportiamo il testo:
  
Ciao, in merito al messaggio ricevuto ieri da me, che andava ad aggiungersi a quello precedente riguardante la convocazione, io forse sbagliando, davo per scontato che riguardasse come sempre i genitori con figli alla scuola secondaria. Per cui se qualcuno, magari anche in buona fede ha girato il mio messaggio a qualcun altro, il quale si è sentito libero di girarlo alla redazione di Roncade.it invitando tutta la popolazione di Roncade, ha commesso un grosso errore.
Sarebbe quindi opportuno che chi ha commesso questo errore risolva la situazione, altrimenti questa sera saremo costretti a mandar via tutti coloro che non hanno figli iscritti alla scuola media. Ricordo che in primis è una riunione del comitato genitori a cui l'assessore ha sempre partecipato e collaborato.

  
L'imbarazzo che si è generato, dunque, va attribuito esclusivamente ad un pasticcio nei criteri di inoltro della    comunicazione strutturati su un imprudente passaparola.
Per quanto riguarda lo svolgimento del vertice, al quale avrebbe partecipato una quarantina di persone, si riporta una nota inviata questa mattina da uno dei genitori presenti.
“È andata bene – scrive il testimone – perché Sergio (Leonardi, ndr) ha esposto le sue ragioni seguite da vari commenti. Alla fine una maestra si è però chiesta a quale scopo sia stato promosso l'incontro se non quello di 'giudicare chi non c'è e non può difendersi. Questo non mi sembra il luogo adatto'. I genitori – conclude lo scrivente - hanno concordato con lei sul fatto che non si possa far altro che sperare in un futuro migliore con la nuova reggenza”.
 
Roncade.it