FB.jpg (3148 byte)

   
Mercoledì
18 febbraio
2015

 

A maggio sagrato liberato

Via le auto e ripristino dell'aspetto di cento anni fa
Entro due mesi la brutta spianata d'asfalto degli anni Sessanta sarà soltanto un ricordo
  
I lavori sono iniziati da alcuni giorni e, secondo le previsioni degli esecutori, il cantiere dovrebbe essere terminato in un paio di mesi. Il sagrato della chiesa di Roncade, perciò, dovrebbe tornare presto ad un aspetto abbastanza simile a quello che aveva agli inizi del secolo scorso e, soprattutto, sarà ridotto l'impatto della vista delle automobili solite ad usare lo spiazzo di fronte all'edificio sacro come parcheggio.
Di seguito il testo della descrizione dell'intervento così come elaborato dall'architetto Silvano Cervellin già nel 2009.

"Il progetto propone la riqualificazione del sagrato nella sua identità, individuando soluzioni atte ad ampliarne le funzioni e risolvere le problematiche che sono subentrate nel processo di trasformazione urbana.
Saranno inoltre previste soluzioni in merito ai problemi di fruibilità degli spazi scoperti legati alla necessità di parcheggio ed in ordine al possesso, uso e gestione dell’area di proprietà della parrocchia.
La chiesa di Ognissanti è uno dei punti di riferimento dell’immagine urbana della città di Roncade. Altri manufatti architettonici di rilievo, scenicamente correlati sono, in ordine, il complesso di villa Giustinian e la disposizione in linea del nucleo storico del centro con la lunga teoria di portici che lo caratterizza. Questi elementi sono tutti disposti lungo la direttrice nord-sud, della quale la chiesa ed il sagrato costituiscono punto terminale.
Il programma vuole mettere in evidenza questo punto di fuoco (partenza od arrivo) rappresentato dal complesso sacro. Allo scopo viene proposta una sorta di quinta arborea con andamento curvo al fine di sottolineare la definizione del percorso scenografico.
Il sagrato sarà ridefinito nella sua forma storica, riproponendo i vecchi percorsi pedonali e, verso la strada, la sagoma a raso della vecchia mura di cinta che rappresenta anche il confine di proprietà.
L’importanza della bellissima facciata di ispirazione palladiana, dell’architetto vicentino Bertotti Scamozzi, viene sottolineata dalla pavimentazione prospiciente, che disegna una quadratura in pietra di lato uguale alla larghezza della facciata stessa.
 
Il pavimento del sagrato sarà in pietra naturale con diversa lavorazione e formato per corsie preferenziali, piazzale e marciapiedi.
A limitare la pavimentazione in corrispondenza del verde si prevede l’inserimento di bordature in acciottolato.

L’area di contorno della chiesa verrà arredata con l’inserimento di spazi a verde attorno ai quali trovano sistemazione 50 stalli per la sosta dei veicoli. Le pavimentazioni delle aree di parcheggio e manovra saranno del tipo drenante, con elementi grigliati per l’area di sosta mentre la viabilità sarà in selciato".
      
   
 
  

Roncade.it

  

 
Condividi su Facebook