FB.jpg (3148 byte)

   
Sabato
7 febbraio
2015

 

Marchiol, tutti i numeri

I principali dettagli dell'operazione sulla Treviso-Mare
La nuova sede comporterà la chiusura di quella storica di Villorba. In cambio Roncade avrà un paio di piste ciclabili e altro per 2,5 milioni
  
La piattaforma logistica che Marchiol intende realizzare a lato della Treviso-Mare, a ridosso del confine comunale di Silea, oggetto di uno schema di proposta sottoscritto pochi giorni fa da Comune di Roncade e Provincia di Treviso, si articola su 25 mila metri quadrati coperti e 20 mila esterni, per un investimento complessivo di 30 milioni di euro (più altri 15 fra macchinari e dotazione interna per la gestione del magazzino) e tempi di realizzazione calcolati in 20 mesi.
Si prevede che la forza lavoro impiegata sarà di circa 320 unità, equamente suddivisa fra addetti alla logistica e personale impiegatizio.
  
Va tenuto presente, tuttavia, che l'operazione comporta l'integrale trasferimento delle attività del Gruppo dalla sede storica di Viale della Repubblica, a Villorba, cioè a ridosso di direttrici stradali ormai troppo congestionate, con l'accentramento a Roncade anche di alcuni servizi.
Il saldo occupazionale, al netto dei lavoratori trasferiti, non è indicato nel piano industriale presentato e nel quale si parla, genericamente, di una “razionalizzazione dell'architettura distributiva”.
Cioè, non è precisato se il Gruppo, che punta a raggiungere i 240 milioni di fatturato nel 2016 contro i circa 235 attesi per l'esercizio in corso, con la manovra sarà anche in grado di assorbire nuova manodopera.
Oggi le sue 12 filiali distribuite sul territorio del Nordest, assieme alle tre in Slovenia e a quella in Ungheria, occupano circa 600 dipendenti.
  
Quanto inciderà la piattaforma Marchiol sul traffico della Treviso-Mare?
Lo studio prodotto sempre dalla stessa azienda indica un flusso di 740 movimenti al giorno, con punte di 81 all'ora nei momenti di maggiore traffico, 60 dei quali riferibili ai mezzi leggeri (nella sostanza, i camion che entrano ed escono non dovrebbero essere più di 21 all'ora, cioè uno ogni tre minuti). Questo tenendo conto che sulla Treviso-Mare, nei momenti di punta, in quel tratto circolano poco meno di 1.200 veicoli all'ora in entrambe le direzioni.
  
E per tutto questo Roncade cosa ci ricava? Premesso che l'operazione comporta la variazione di destinazione d'uso dell'area sulla quale sorgerà lo stabilimento, in passato acquistata come agricola dalle stesse società proponenti il progetto, Marchiol dovrebbe far realizzare una pista ciclopedonale fra San Cipriano e Musestre che vale 750 mila euro ed una seconda su via Giacinto Longhin che dal centro della stessa frazione raggiunge l'altro cavalcavia sulla "A4" verso Ca' Tron per 830 mila euro.
Quindi provvedere ad una riqualificazione di Biancade fra via Gabriele D'Annunzio e l'incrocio con via Carboncine per 812 mila euro e finanziare misure di efficientamento energetico di immobili comunali per 162 mila euro.
Totale due milioni e mezzo o poco più.
         
   
   
  

Roncade.it

  

 
Condividi su Facebook