FB.jpg (3148 byte)

GIOVI.jpg (13698 byte)
   
Sabato
25 aprile
2015

 

Chiacchiere da bar e distintivo

Geromel: "Le guerre di Chieregato con il coraggio degli altri"
Semini sospetti e zizzanie e non chiami nessuno per nome. Di dire "armiamoci e partite" sono capaci tutti
  
Caro direttore,
mi scuso per l'intromissione, non vorrei passasse per una difesa nei confronti tuoi e del tuo giornale della quale non penso abbiate necessità alcuna, ma alcuni commenti all'articolo di martedì scorso "Luci, la mano sul fuoco del sindaco", mi hanno infastidito non poco.
  
Mi riferisco, in particolare, a quelli a firma Chieregato ed a lui vorrei rispondere.
Valente Chieregato, candidato al Consiglio Regionale per il M5s alle Amministrative di maggio, ha la capacità di ritenere interessanti le opinioni degli altri solo se collimano con le proprie.
Nel merito, a differenza di Ferruccio Moro (esponente del M5s di Roncade) che pacatamente chiede quello che ogni cittadino contribuente desidera, Chieregato oltre ad usare i soliti toni "intimidatori" alla Grillo dei tempi migliori, sciorina sospetti su persone che, però, non ha il coraggio di chiamare per nome e cognome assumendosi la responsabilità delle eventuali conseguenze in prima persona.
  
Sempre Chieregato lamenta la scomparsa di un articolo precedente e ne chiede spiegazione ma non accetta la risposta che gli viene data definendola, populisticamente, "politica", come se tale termine fosse il male assoluto e non considerando che quanto fa e si accinge a fare in Regione proprio politica è.
Si dice comunque in possesso del testo di cui sopra ma si guarda bene dal diffonderlo in rete ripubblicandolo in proprio, mettendoci la faccia e la firma.
Ci sarebbe un detto appropriato per chi agisce così ma preferisco sorvolare, chi vuole intendere intenda.
  
Dal momento che il gruppo M5s guidato da Andrea Fuga sta svolgendo un ottimo lavoro, in Consiglio Comunale Roncadese e sul territorio, in modo serio, attento ma con la moderazione necessaria, dispiace che ci sia qualcuno che pur non facendo parte di tale gruppo (Chieregato è attivista a Monastier) cerchi di mettere zizzania buttando lì sospetti, ipotizzando immani nefandezze amministrative ma lasciando di fatto ad altri l'onere di renderli pubblici e di assumersene le conseguenze.
Valente Chieregato, per concludere, come ho già avuto modo di esprimerle in altre occasioni e conoscendo il grande lavoro che svolge per il M5s, la pregherei di smorzare i toni dei suoi discorsi e, soprattutto, di superare "L'armiamoci e partite" facendo in prima persona quanto ritiene indispensabile per la "trasparenza" e "l'onestà" della politica.
 
In pratica dimostrando, anche quando scrive, la stessa risoluta pacatezza, contestuale alla stessa cautela, di quella che esprime quando parla nei video autogestiti !
Grazie per l'ospitalità.
               
  

Maria Giovanna Geromel

  

 
Condividi su Facebook