FB.jpg (3148 byte)

   
Mercoledì
11 novembre
2015

 

Opere pubbliche, e  il centro storico?

Geromel: "Fino al 2018, almeno, nessuna traccia di progetto"
Rischio di fare i conti senza l'oste. Se il polo sulla Treviso-Mare non si farà salteranno anche i finanziamenti per i lavori?
  
Caro direttore,
leggendo l'articolo pubblicato da Roncade.it ci sono due o tre cose che non mi tornano e per le quali chiedo cortesemente spiegazione, nella speranza che chi di dovere usi altrettanta cortesia e decida di rispondere.
Riscontro che la maggior parte dei denari da impiegare nel programma di riqualificazione delle opere pubbliche per il prossimo triennio provengono da capitale privato, in toto o in gran parte dalla società che fa capo a Marchiol spa che, e qui sorge il mio primo dubbio, "dovrebbe" realizzare il polo logistico sulla Treviso-mare.
Dovrebbe o realizzerà sicuramente?
Perché nel primo caso salta all'occhio che si stanno facendo i conti senza l'oste, se cioè il progetto Marchiol non fosse certo al 100% e dovesse per qualche motivo saltare, salterebbe con esso anche la possibilità di utilizzare quei capitali che dal progetto deriverebbero.
  
Inoltre, appuro che per il 2016 verrano impiegati 296 mila euro per lavori di massima priorità, lavori cioè di manutenzione straordinaria del patrimonio comunale nei quali, se ho ben inteso, rientrano tutte le scuole, la biblioteca, il centro giovani, la caserma dei carabinieri ed i cimiteri... e il centro storico di Roncade ?
Per esso dovremo attendere il 2018, o meglio dovremo attendere il 2018 per verificare se nel programma di rifacimento del manto delle strade comunali e della sistemazione dei marciapiedi rientrino anche piazza Primo Maggio, via Roma, via Montello e tutto ciò che rappresenta a pieno titolo il biglietto da visita di questo paese che ci ostiniamo a voler definire città.
Nel mentre, però, verranno destinati 812 mila euro per riqualificare il centro di Biancade che, a ben vedere, non mi sembra poi messo così male.
  
Il tutto sempre augurandoci che il progetto del polo logistico sulla Treviso-Mare non naufraghi, proprio come già accaduto con altre grandi opere.
In attesa di delucidazioni, ringrazio per la gentile ospitalità.
                       
  

Giovanna Geromel

  

 
Condividi su Facebook