FB.jpg (3148 byte)

   
Martedý
12 maggio
2015

 

Strage di pesci in via Risere

Donadel: "Manovra non comunicata del Consorzio d Bonifica"
Una chiusa azionata senza informare gli interessati ha provocato la morte di decine di carpe, tinche ed esemplari di altre specie
  
Un’altra occasione persa per dimostrare attenzione all’ambiente.

Quello che si Ŕ visto sabato mattina, 9 maggio, in via Risere, a Roncade, non pu˛ che suscitare indignazione. A causa, sembra, di manovre idrauliche del Consorzio di Bonifica, un tratto di canale Ŕ rimasto in secca con conseguenze irreparabili per la fauna ittica.

Su un tratto di un affluente del canale Pentia si Ŕ verificata infatti una moria di decine di carpe, carassi, tinche, pesci gatto e altre specie autoctone.

A distanza di diversi giorni dalla chiusura sembra che nessuna informazione sia stata data alle autoritÓ comunali e provinciali da parte del consorzio.

Sono stati dei pescatori ad avvisare la Provincia di Treviso che, a sua volta, ha allertato il nostro compaesano Bruno Dotto, titolare del negozio di pesca sportiva a Biancade, sempre attento alla tutela delle nostre acque, il quale si Ŕ subito attivato per mettere in salvo i pochi esemplari rimasti ancora vivi.

A questo punto una domanda sorge spontanea: Ŕ giusto che in un contesto in cui l’attenzione dell’ambiente Ŕ elemento qualificante della nostra civiltÓ, una struttura pubblica dimostri una simile insensibilitÓ??
               
  
  

Marco Donadel

  

 
Condividi su Facebook