TIT.jpg (17099 byte)

FB.jpg (3148 byte)

   
Domenica
24 agosto
2014

 

Progetto Calisthenics

Zanata: "Lo porterò chiavi in mano all'amministrazione"
Mens sana in corpore sano. Attrezzi per esercizi a corpo libero in ogni frazione. Costano poco e si costruiscono in casa
  

Gentile direttore,

le immagini e le fotografie raffiguranti gli atti vandalici, le scritte sui muri, lo sporco, credo non meritino più spazio in questa rubrica. Forse hanno sortito lo stesso effetto di quegli indicatori di velocità che si trovavano per le strade, ora sostituiti da semplici luci o segnalazioni “Rallenta”, perché si scoprì che l’indicazione della velocità diventava per molti, spunto per una gara, magari stimolati da uno spirito di emulazione del celeberrimo Fast & Furious.

Ma oggi non sono qua a ricordare delle panche ritrovate due anni fa nel canale, o delle ultime completamente distrutte o smontate. Oggi sono qua a proporre.

Malgrado un rammarico di fondo, sono sempre ottimista. Sono sempre convinto che, rispetto a un comportamento, a un’azione, ne possa esistere un’altra atta a neutralizzare la prima, valorizzando le persone che l’hanno compiuta.

Per come sono fatto, credo molto nello sport, nella capacità di fare squadra, di lavorare in gruppo o, per gli sport individuali, di scaricare tensioni, emozioni e fatiche.

Credo altresì lo sport non venga praticato perché ostacolati da cose di poco conto come il costo, la distanza, il poco tempo a disposizione.

Ed è su questo che apro la mia idea, chiedendo a tutti i lettori di integrarla come meglio credono, purchè in modo costruttivo.

Esercizi a corpo libero, o come va di moda oggi chiamarlo, calisthenics o street Workout, sono pratiche che si fanno con attrezzi essenziali: una sbarra orizzontale a circa 2,4 metri di altezza e delle parallele. Non serve altro. Con un po’ di inventiva è possibile fare molteplici esercizi, sviluppando per altro, le sensibilità propriocettive muscolari. I muscoli si sviluppano assieme, in armonia tra loro e si rinforzano anche i tendini che spesso, nei tradizionali esercizi di pesistica, tendono ad essere sottosviluppati rispetto alla forza muscolare.

In passato ricordo che vi era nel parco del Musestre tutto un percorso con attrezzi legno-metallo. Credo che, come puntualmente accade, la manutenzione non sia stata fatta e in poco tempo il legno sia marcito, fino a rendere pericolosi gli attrezzi, costringendo alla rimozione.

Molto probabilmente saranno stati usati poco, motivo in più per rimuoverli anziché ripristinarli.

Chi è roncadese da più tempo forse potrà correggermi.

Il punto è proprio questo. Ogni singola scelta, ogni singola azione non deve essere fatta tanto per fare. Tanto per avere visibilità o per fare bello.

Credo che ogni azione debba essere un tassello di un progetto.

Inserire degli attrezzi dovrebbe essere fatto accompagnando un programma di allenamenti e un istruttore preparato, almeno all’inizio, in quel tempo necessario per essere visti e far partire la curiosità che poi, se funziona, può diventare la moda.

Se oggi sono a scrivere in questo portale, piuttosto che direttamente all’amministrazione è perché, la mia idea è di portare alla stessa amministrazione il progetto completo, chiavi in mano, raccogliendo le adesioni per i fondi necessari alla realizzazione. Il materiale necessario è davvero povero. Indicativamente i costi si possono aggirare tra i 1.000 e i 2.000 euro. Alla fine sono solo pochi tubi uniti da dei giunti o saldati. Addirittura qualche tubo innocenti arruginito da riattare, magari in qualche scantinato di qualche azienda edile, potrebbe essere un punto di partenza.

So che i roncadesi sono persone generose. Basti vedere le varie iniziative (Sagre, FLE, Fiera Osei) dove puntualmente, tra prensenza con i propri stands o pubblicità nel volantino di turno, gli lasciano sempre qualche centinaio di euro. Qui si parla di investire un po’ di denaro, offrendo la possibilità di lasciare una targa vitanaturaldurante, ricordando della disponibilità avuta verso il paese e facendosi una sana e meritata promozione.

Aggiungo che questa mia idea si stacca da ogni forza politica perché non vorrei che si confondesse come l’ennesima iniziativa che poi l’uno o l’altro partito, comitato o movimento possono andare a decantare. Al contrario, nella politica, di maggioranza e di minoranza, cerco l’appoggio per trovare quelle conoscenze che potrebbero finanziare il progetto, qualora questo portale non abbia sufficiente portata.

Qualora si raggiunga il budget, allora questo testo potrà essere indirizzato al nostro caro sindaco e agli uffici competenti.

La mia idea, la mia speranza, è che i ragazzi siano attratti da queste attività, e che magari li possano distrarre dalla noia che li avvolge, e che riescono a spezzare solo spezzando qualcos’altro.

Da dove partire? Beh, forse dal parco del Musestre, e poi continuare nelle altre frazioni.

Lo so, forse è solo un sogno, ma è anche sognando che si trova l’energia per continuare a pensare che le cose possono cambiare, che le cose possono migliorare.

Allego alcune foto rappresentative delle attività citate. Invito tuttavia a ricercare dei video su YouTube digitando calisthenics o street Workout

Cordialmente
  
    
   
    

  

Leonardo Zanata

  

 
Condividi su Facebook