FB.jpg (3148 byte)

   
Sabato
29 novembre
2014

 

Ma ci interessa o no?

Forse il tema del teatro che non c'è è un problema solo per pochi
Un sondaggio per comprendere quanto questo handicap sia davvero fra le preoccupazioni dei roncadesi
  
L'impressione è che la discussione sulla mancanza di un teatro a Roncade, diventata uno fra i tormentoni degli ultimi anni, sia un non-problema, cioè una mancanza percepita soltato da una minoranza elitaria della popolazione.
Altrimenti detto, c'è il sospetto che i più ritengano la qualità della vita in questa città agganciata a molte altre risposte prima che a questa, e che il confronto competitivo fra i territori non si giochi sulla capacità di strutturarsi in ambito culturale e/o ricreativo.
  
Questa sera si concluderà la rassegna 2014 di "Emozione Teatro" nella sala parrocchiale di San Cipriano, i motivi per i quali l'auditorium della scuola media non sia stato reso disponibile non sono chiari, le normative a causa delle quali dall'amministrazione comunale non è giunto il nulla osta sono oggettivamente ambigue. Quando le regole sono complesse c'è sempre uno spazio di discrezionalità sul quale far leva, quest'anno si è scelto di applicare interpretazioni molto restrittive.
  
Intanto va prendendo forma un progetto che immagina l'aggregazione su spazi diffusi di micro-location private per ospitare eventi di diversa natura. Idea suggestiva ma insidiosa perché svicola dall'urgenza di prendere di petto il tema portante. Cioè la mancanza, ad oggi, anche del semplice avvio di un ragionamento per creare uno spazio pubblico che sia all'altezza dell'effervescenza culturale di Roncade. I privati, insomma, possono essere gregari anche generosi ed entusiasti ma non supplenti. Un simile ragionamento è delicato sotto mille aspetti.
In ogni caso, prima di continuare il dibattito su un problema che per i più magari non è neppure un problema, ecco un sondaggio. La questione vi interessa o no?
 


      
 
  

Roncade.it

  

 
Condividi su Facebook