TIT.jpg (17099 byte)

FB.jpg (3148 byte)

   
Venerdì
16 maggio
2014

 

Taieghe 'e man (e anca el mauss)

I programmi-monstre che nessuno leggerà
Roncade.it tenta una sintesi di tutti quattro in una decina di paginette. Sorvolando nobilmente sui copia-incolla di cinque anni fa
  
Se Boris Mascia introduce l'Innominato e la Monaca di Monza ottiene i Promessi Sposi.
Se Pieranna Zottarelli lo suddivide in terzine rimate non va lontana dalla Divina Commedia.
Esagerazioni a parte, questa volta i premi dei "programmi monstre" vanno a loro, con documenti da 60-70 mila battute, quando oggi si possono acquistare normalmente romanzi brevi che ne hanno 100 mila o poco più.
 
La prima domanda è: a parte chi li scrive e chi li corregge, chi è che li legge?
La seconda: se fosse loro vietato il copia-incolla e li dovessero scrivere a mano o con la Lettera 32 di Indro Montanelli verrebbe fuori qualcosa di più utile ai fini della comunicazione all'elettore medio?

La terza: non sarebbe il caso, come per il curriculum europeo, di introdurre un modulo obbligatorio?

A soccorrere il povero cittadino disorientato (è una folla. La vediamo tutti), che si aggira angosciato per i vicoli roncadesi cercando di leggere, informarsi, capire e, soprattutto, in cerca di un buon traduttore delle piattaforme elettorali in lingua corrente, ci sono i documenti degli altri due candidati.
Ivano Sartor e Andrea Fuga hanno usato un quinto e un sesto delle parole fatte stampare da Mascia.

Comunque, chi ha pazienza ci trova di tutto.
C'è chi non si è accorto che la Fondazione Cassamarca ha lasciato Roncade da un paio d'anni, chi ha ancora paura dei termovalorizzatori di Silea e Mogliano, i cui progetti sono stati abbandonati definitivamente da Unindustria Treviso da un tempo ancora più lungo.
Se si parla di rinnovamento, almeno non copia-incollare i programmi di cinque anni fa sarebbe un buon inizio.

Ma alla fine hanno ragione, chi volete che li legga? L'elettore medio acritico-annoiato, metterà la croce su chi gli sta più simpatico, chi è il più popolare e consigliato nel suo gruppo di riferimento - famiglia, parrocchia, associazione sportiva, scuola materna - e poi se ne andrà al mare. Oppure, sulla via del ritorno da Jesolo, sarà colto dal pensiero molesto. "Ostia, Maria... ne toca 'ndar a votar? Xeo sta domenega qua?"

In un ultimo scrupolo, tuttavia, la nostra redazione lo sforzo di leggerseli tutti, i programmi, lo ha fatto, ed ha pure provato a metterli a confronto.
Qui potete prelevare un .pdf nel quale, in 13 punti e 10 pagine, sono accostati in parallelo i pensieri prevalenti dei quattro candidati. Vi faremo sapere quante copie sono state scaricate. Se sono più di 100, come di consueto, attraversamento della piazza in mutande dei nostri redattori. Garantito.

  

Roncade.it

  

 
Condividi su Facebook