TIT.jpg (17099 byte)

FB.jpg (3148 byte)

   
Venerdì
18 aprile
2014

 

Ex Menon, restyling per le vecchie officine

Appartamenti, uffici e strutture ricettive in 18.500 metri cubi
Il progetto, più contenuto di quello avanzato sei anni fa, non prevede più la realizzazione di una sala polivalente
  
Via libera al recupero delle ex Officine Menon. La riconversione approvata nel corso dell'ultima seduta del consiglio comunale del 10 aprile, riguarda immobili contenuti in un'area di quasi 27 mila metri quadrati per un volume complessivo di 18.500 metri cubi, cioè poco meno di 4 mila metri cubi in più rispetto a quelli del fabbricato delle ex officine esistente.
  
Dalla ristrutturazione saranno ottenuti appartamenti, uffici e strutture ricettive e la contropartita per il Comune sarà di 93.500 euro circa (156 euro per metro cubo aggiuntivo con la quota perequativa del 15%) da utilizzare per la realizzazione di un'opera inserita nel piano triennale dei lavori pubblici.

L'intento di conservare la memoria storica legata alle Officine Menon viene posta come condizione al proprietario, una società riferibile a Silvio Basso, al punto di chiedere il mantenimento anche della torre sulla quale è montata la sirena che indicava l'inizio e la fine dei turni di lavoro ed il cui suono è ancora presente nella memoria di molti roncadesi.
 
Non è evidentemente prevista la costruzione, all'interno dello stabile ristrutturato – ma era un progetto concepito quando le previsioni di intervento erano sensibilmente più ampie – di una sala polivalente per spettacoli ed eventi pubblici.
      
    
  

Roncade.it

  

 
Condividi su Facebook