FB.jpg (3148 byte)

STURM.jpg (15417 byte)
   
Lunedì
15 dicembre
2014

 

Ore otto, alzabandiera

Mascia: "Lo si faccia ogni primo giorno feriale del mese"
Per recuperare lo spirito di popolo. Si chieda poi un gemellaggio fra Roncade ed il Comune di Pola in esilio
  
Cari concittadini, ormai abbiamo capito che nella Roncade dei Vicere e dei Gattopardi, degli ex Diccì trasformatisi in Piddini, di “Popolo delle primarie a comando” e neoRenzisti… tutto cambia perché nulla cambi!
Vi dissi a primavera, nel prendere l’ardita decisione, con i volenterosi Eroi di Boris, di provare a Rinnovare Roncade immutabile, che da un Ventennio l’amministrazione roncadese è identica a sé stessa, identici gli attori, i discorsi, le moine… identica, o quasi, persino l’opposizione!
  
Ai cittadini va ben cussì… o forse il cambiamento spaventa. Rispettiamo questa lezione, ringraziamo comunque per la fiducia accordataci nel volerci nuovamente come “controllori”, procediamo ad onorare per ulteriori cinque anni questo impegno.
Pertanto forza, rimbocchiamoci le maniche e a la(v)urà… ché molte cose dobbiam presidiare: la sicurezza pubblica (solo 21° dei 22 punti programmatici di questa amministrazione); la vicenda Marchiol, di cui non è chiaro il piano industriale e l’impatto sul territorio; l’impianto suinicolo di Biancade, temuto per il brutto precedente della vecchia porcilaia di Spercenigo; il recupero del
centro, tanto sbandierato ma ancora fermo al palo... o a Rio Sartor, ecc.
  
Ma siamo sotto Natale, e allora citiamo con emozione qualcosa di buono.
Con delibera di giunta n.69 del 14 aprile 2014, è stato finalmente intitolato un parco cittadino alle Vittime delle Foibe: una battaglia di civiltà e giustizia storica che seguo sin dai primi anni ‘90. La prossima mossa sarà chiedere il gemellaggio tra la Città di Roncade e il “Libero Comune di Pola in esilio”.
Il 4 novembre scorso c’è stato il primo alzabandiera alla scuola elementare di Biancade, ove la locale Sezione Alpini ha donato il Tricolore agli allievi: finalmente si comincia ad educare i ragazzi a rispettare ed amare la nostra Patria sin dal suo vessillo.
  
Sarebbe bello creare un appuntamento fisso (come già istituito per esempio nel Comune di Padova da anni): ogni 1°giorno lavorativo del mese alzabandiera solenne con ritrovo. Tutti, scolari, autorità civili e militari, cittadini, chiunque voglia e possa presenziare, alle ore 8.00... per recuperare un po’ di spirito di popolo, di tradizione e rispetto per noi stessi… sperando che con ciò rinasca la concezione della responsabilità di tutti per il “bene comune e per la Cosa pubblica”.
  
Perché un Paese senza memoria né valori è destinato a vivere gli sconquassi e le volgarità di cui i tiggì ci innondano. Oggi il sacco di Roma, le dighe d’oro veneziane, l’Expotangentopoli come ieri, primi anni Novanta quando Italia-Bribeville scopriva di aver una classe politica di volgari rubagalline... che poi son sempre gli stessi ieri, oggi… speriamo non domani!?!
  
Buon Natale a tutti
         
 
  

Boris Mascia
Gruppo consiliare "Rinnoviamo Roncade"

  

 
Condividi su Facebook