TIT.jpg (17099 byte)

FB.jpg (3148 byte)

   
Mercoledì
30 aprile
2014

 

Complimenti, Rubinato

Lega Nord: "Sull'immigrazione sempre colpa degli altri, vero?"
Maroni aveva gestito il fenomeno fin troppo bene. O si è coesi nel respingere i flussi o siamo fritti
  
Gent.le On. Rubinato,
come sempre la sua disamina è brillante nonché briosa.
Ma si vede che studia più quello che fanno gli altri che non i suoi colleghi del PD, insomma, continua a guardare i problemi limitandosi a dire chi, secondo lei, li ha creati... ovviamente… sempre gli altri!
Come se quei 190 milioni di euro degli Italiani per “Mare Nostrum”, non li avesse nemmeno votati.
Devo dire che è straordinaria nel rigirare la frittata. Va da se che la scelta di dare un “Contributo” per l’emergenza è una presa di posizione che gioca al rinvio, non a risolvere il problema che da anni incombe sul nostro territorio.
LEI ci insegna, dopo anni di Consigli Comunali che dagli errori bisogna imparare e migliorare.
Dal suo ragionamento si evince però che i problemi non li hanno risolti gli altri e tantomeno li ha risolti LEI con il suo Partito Democratico. Direi un po’ da politica Renziana “last minute”, dove con una letterina all’Europa abbiamo posticipato i nostri compiti per casa, sul pareggio di bilancio, all’anno successivo.

Facile no! Tanto i conti li faremo agli esami di recupero il prossimo anno, magari pagando doppio! Non ci crede?
Lo vedremo dopo le Elezioni Europee, dove i nodi con il debito pubblico, che sfonda qualsiasi tetto, arriveranno pian piano al pettine.
 
Sta di fatto che l’allora Ministro Maroni, nel periodo di sua competenza tra il 2008 e il 2011, aveva gestito fin troppo bene la questione immigrazione, passando dalle parole ai fatti, procedendo in breve tempo al rimpatrio dei profughi nel loro territorio, in quanto in Italia, già all’epoca non ci si poteva sobbarcare un tale costo. Immaginiamo adesso, con aziende che chiudono e disoccupazione ai massimi dagli ultimi 37 anni.
Il Ministro Maroni, nel suo mandato, aveva più volte lanciato dei segnali di allarme verso l’Europa, con richieste di intervento di tipo economico e di rafforzamento dei Frontex, per controllare il Mediterraneo, gestire i centri per gli immigrati e rimpatriare i clandestini, nonché il rispetto del principio del ‘burden sharing’, affinché siano tutti i Paesi dell'Unione a farsi carico dei rifugiati. L’obiettivo e le pressioni fatte dal Ministro servivano a portare l'Europa sulla strada dello sviluppo di un sistema di “asilo europeo” che non incombesse esclusivamente sull’Italia. La risposta dei paesi membri UE fu molto fredda, per non dire agghiacciante. La Francia, bloccò i treni al confine, per poi giustificarsi che era solo per evitare problemi di ordine pubblico. Inoltre, l’allora Ministro, aveva dato inizio a degli accordi bilaterali, specie con i paesi dell’area Maghreb, per evitare che i migranti partissero, proprio per risolvere la questione alla radice.
 
Come si può ben intuire da questi scenari i picchi di flussi migratori non sono certamente facili da gestire, perché sono discontinui e determinati da molti fattori. Pertanto o si è coesi nel respingerli o siamo fritti. Se poi ci aggiungiamo che da poco è stato cancellato il reato di Clandestinità con l’avvallo dei GRILLINI, contro tutto e tutti… persino Beppe non era d’accordo! Non c’è n’è più per nessuno, tantomeno per gli Italiani in costante balia dei se e dei ma!
Ora però rimane il fatto. Come gestiamo questi drammi umanitari?
 
Ancor meglio, visto che LEI, On. Rubinato sostiene da quasi tre anni: “Governi Tecnici”, di “larghe intese” e l’ultimo dei “Renzi-boys” alias “#governodelfare” e che tutti questi hanno governato e stanno governando con il sostegno del PDL o di quello che ne è rimasto… mi dice CHE COSA È STATO FATTO DA LEI per queste emergenze umanitarie? Che cosa hanno fatto i suoi Ministri, Kyenge e Alfano (SUO ministro degli interni) compresi? A tre anni dal Ministro Maroni e vista la sua proposta, a che punto siamo con gli accordi con le Nazioni Unite e quando manderanno le forze di protezione per creare delle strutture di accoglienza in Libia?
E poi, non si capisce, chiede di fare pressing al governo Italiano per le Nazioni Unite. On. Rubinato, è il SUO governo. Faccia lei le pressioni. La smetta di parlare in terza persona, come se al governo ci fossero altri! C’è LEI che sostiene da tre anni governi con maggioranze Bulgare!
 
La gente ha bisogno di risposte, non del “che cosa non hanno fatto gli altri”! Ma di come è stata risolta da LEI ed il suo governo l’emergenza. Non il suo lamento “ai Roncadesi cosa gli racconto”. Diciamo ai Roncadesi che pochi mesi fa ha votato per dare un futuro a chi è appena sbarcato in Italia, ma lo ha tolto alle famiglie di Cittadini Italiani che la stanno pagando profumatamente tra i banchi della maggioranza. Roncadesi compresi! Complimenti, e gli errori del passato? A che cosa sono serviti?
 
Saluti e attendiamo risposte serie, non i soliti ma voi… noi chi? Consiglieri Comunali! Mica votiamo le leggi a Roma!

  

Consiglieri comunali
Roberto Silvestri
Marco Donadel

  

 
Condividi su Facebook