TIT.jpg (17099 byte)

FB.jpg (3148 byte)

HOUSE.jpg (14108 byte)
   
Lunedý
21 luglio
2014

 

Last minute: Pache, Muresu, Boato

Giovedý 24 inedita jam session in via Roma 56
Appuntamento prendere o lasciare con il jazz di House Show. I tre artisti per la prima volta insieme
  
Adam Pache, Nicola Muresu, David Boato. Tre musicisti straordinari da cogliere al volo per una jam session che si terrÓ in anteprima assoluta giovedý 24 luglio, a Roncade, in via Roma 56, intorno alle 21.
L'appuntamento fuori programma di House Show nasce da un'idea di David Boato.
Il “Maestro”, che ospiterÓ per un giorno i due amici/colleghi di fama internazionale, propone una serata di jazz last minute con tre artisti entrati di diritto nel nuovo Dizionario del Jazz Italiano edito da Feltrinelli pubblicato solo 15 giorni fa.
Se questa estate bizzarra lo permetterÓ, l'esibizione si terrÓ in giardino.

Ricordiamo che, come ogni serata di House Show, l'evento Ŕ privato, a numero chiuso, gratuito e su invito. Chi fosse interessato a partecipare Ŕ tenuto ad inviare una e-mail a redazione@roncade.it, nella cui risposta saranno anche indicate le semplici "regole" per l'adesione.

Di seguito un breve profilo degli artisti.

ADAM PACHE, batterista. Australiano d’origine, con lunghi trascorsi nell’effervescente ambiente jazzistico di New York, vive in Italia per scelta.
Impossibile riportare tutte le collaborazioni dell'eccezionale drummer. Ci limitiamo a fare un elenco minimo indispensabile.
 
Ha suonato e registrato con musicisti di fama mondiale tra cui Clark Terry, Jesse Davis, Christian McBride, Steve Grossman, Jeremy Pelt, Bj°rn Solli, Toni Monaco, Stewe Swallow, Carla Blay, Roberta Gambarini e la regina dell’organo Hammond Barbara Dennerlein.

Ha partecipato al New York's JVC Jazz Festival, Montreux Jazz Festival, Bologna Jazz Festival, Sydney Festival, Oslo Jazz Festival, Copenhagen Jazz Festival e il Bangkok Jazz Festival.


NICOLA MURESU, contrabbassista. Inizia l'attivitÓ da professionista alla fine degli anni '80. Frequenta la Scuola di Perfezionamento di Siena Jazz.
Come contrabassista della Big Band del Centro Jazz di Torino collabora prima con Enrico Rava, con il quale collaborerÓ spesso pi¨ avanti in diversissime occasioni, e poi con Lee Konitz.
 
Entra inizialmente a far parte del "Sestet(To)", con il quale partecipa ad alcuni prestigiosi Festival internazionali. Si inserisce poi nel trio del pianista Antonio Fara˛ e nel quartetto del sassofonista Renato D'Aiello. Di recente Ŕ in tournee con Dave Liebman, Brian Horton, Steve Grossman, John Mosca, Jerry Bergonzi, Benny Golson.

Ma da sideman vanta innumerevoli altre collaborazioni e l'incisione di diversi dischi con musicisti italiani e stranieri.


DAVID BOATO, trombettista. Nato nel 1966 a Venezia, ha frequentato tra il 1983 ed il 1989 i seminari di Max Roach, Terence Blanchard, Kenny Wheleer, Enrico Rava, Paolo Fresu, Eddie Henderson, e Hal Crook, a Ravenna, Siena, Dolo (VE) e Perugia (Umbria Jazz).
Nel 1988 a Umbria Jazz, vince una borsa di studio che gli permette di studiare al Berklee College of Music di Boston (Ma,USA) dal 1990 al 1992, anno in cui si diploma “Summa cum Laude” in “Performance”.
  
Tra il 1984 e il 1990 fa le sue prime esperienze importanti in quintetto con Antonio Fara˛, Maurizio Caldura, Piero Leveratto e Ferdinando Fara˛; entra poi a far parte della “Keptorchestra”. Suona inoltre nel quartetto di Pietro Tonolo, con P. Leveratto e Alfred Kramer.

Dal 1990 al 1993 negli USA suona con Scott Kinsey, Jorge Martinez, Chris Cheek, Hal Crook, Rick Peckam, Holly Palmer, Kurt Rosenwinkel, Matthew Garrison, Guillermo Klein, Seames Blake, Juan Cruz.

Partecipa al Festival Internazionale dell’Havana nel quartetto di Sandro Gibellini con Marco Micheli e Mauro Beggio e, nell’estate 2003, al progetto di Glauco Venier intitolato “Mainerio”. Suona nei Jazz Clubs, teatri e festival d'Italia, Svizzera, Austria, Francia, Spagna, Germania, Olanda, Giappone, Cuba, Stati Uniti e Argentina.
Ha al suo attivo circa 30 CD, insegna con regolaritÓ in diverse scuole di musica.
  

Roncade.it

  

 
Condividi su Facebook