TIT.jpg (17099 byte)

FB.jpg (3148 byte)

TARESX.jpg (12968 byte)
   
Giovedì
5 dicembre
2013

 

Tares? No panic

Niente assalti allo sportello, i moduli sono completi
La maggiorazione tributaria suscita brontolii ma non grandi interrogativi. Roncade fuori pericolo anche per la "stangatina" Imu
  
Tares senza panico a Roncade. Rispetto al versamento di quella componente definita come “maggiorazione tributaria a copertura dei costi per i servizi indivisibili”, comunicata con una lettera inviata dal Comune e non ancora ricevuta da tutti, i casi di richiesta di chiarimento agli addetti dello sportello tributi sono stati abbastanza limitati.
Questo perchè, viene spiegato, uno dei dubbi principali sorti in altri comuni, cioè il calcolo dei metri quadrati calpestabili dai quali ricavare l'importo da versare entro il 16 dicembre (0,3 euro a metro quadrato), a Roncade è un'incoginta per pochissimi.

TARES.jpg (29388 byte)

Su circa 7 mila posizioni trasmesse dagli archivi di Contarina Spa (il soggetto che si occupa della gestione dei rifiuti urbani), infatti, appena 550 risultavano privi di indicazione e, a meno di una ventina di casi, anche questi ultimi sono stati completati dagli uffici municipali. Dunque il modulo F24 risulta già compilato in ogni sua parte.

Al netto delle lamentele di rito sul perchè di una nuova tassa e domande sul suo collegamento con tariffe sui rifiuti già versate, dunque, pare che ad oggi il pagamento di questo onere inatteso si stia svolgendo con tranquillità.

Così come dovrebbe risolversi senza troppe preoccupazioni la partita dell'Imu e di quel 40% da versare sull'eventuale innalzamento dell'aliquota sopra il 4 per mille. A Roncade il problema non sussiste perchè il 4 per mille non è stato superato e perciò, almeno in questo caso, i contribuenti si salvano dalla cosiddetta “stangatina” del 16 gennaio.

  

Roncade.it

  

 
Condividi su Facebook