TIT.jpg (17099 byte)

FB.jpg (3148 byte)

ROBIN.jpg (13238 byte)
   
Martedì
21 maggio
2013

 

Come ti smembro la storia

Pezzato: "Ingiusta fine di una casa rurale del '600 a Biancade"
Ma è possibile parlare di attrattività turistica se si massacra la campagna in questo modo?
  
Caro Direttore,
volevo segnalare la (brutta) fine della vicenda di cui avevo dato notizia qualche tempo fa.
Ci sono occasioni in cui le immagini possono più delle parole, perciò ecco le immagini che raccontano l’ingiusta fine di un pezzo di storia della comunità.
Dettagli, cosa di poco conto, in fondo non si trattava che di pochi metri cubi di vecchi mattoni, si potrebbe pensare.
Ma si dice che la grandezza di un’opera è evidente nei dettagli…

CASA4.jpg (39911 byte)

Qualche giorno addietro avevo scritto anche delle opportunità del territorio in termini di attrattività turistica. Certo che se al posto della campagna costruiamo strade, centri commerciali e parcheggi, se permettiamo che vengano demoliti edifici rurali già censiti nel ‘600 per lasciare spazio ad altri che con la ruralità non hanno nulla a che fare, se proseguiamo su questa strada cioè, allora tra qualche anno questi luoghi assumeranno definitivamente la connotazione dell’anonima periferia pseudo (e male) urbanizzata. E i dettagli, organizzati in massa coerente, si faranno opera completa.

Suggerirei di assumere adeguate garanzie in merito dai prossimi candidati a Sindaco.
Purtroppo ormai questo danno è fatto e quello che intristisce profondamente è che non ci sarà mai più la possibilità di rimediare, il valore culturale rappresentato da quei mattoni è perduto per sempre.
Speriamo almeno serva di lezione.

CASA1.jpg (134128 byte)
  
CASA2.jpg (152084 byte)
  
CASA3.jpg (150352 byte)
  

Lorenzo Pezzato

  

Condividi su Facebook