TIT.jpg (17099 byte)

FB.jpg (3148 byte)

STURM.jpg (15417 byte)
   
Martedì
4 giugno
2013

 

Roncade dei cachi

Mascia: "Leggi ignorate dai rappresentanti nell'indifferenza generale"
Cosa non si fa pur di non perdere la supersindaca. Perchè Zanonato si è fatto sostituire e lei no?
  
Roncade...la terra dei cachi
Parafrasando un motivetto sanremese del ‘96 potremmo cantar "Roncade sì, Roncade no...la terra dei cachi.."
Perché vedete, in quest'Italia tra spread e grillini, tra crisi economica e comici che fingon di far politica, mentre i politici fan solo ridere... ci sono anche e sempre più spesso regole che rimangono disattese proprio da quei rappresentanti del Popolo che han contribuito ad adottarle e che primi
dovrebbero seguirle.

Si racconta infatti che ci sia una legge (L.148 del 2011) che stabilisca incompatibilità tra carica di parlamentare e sindaco (di comune con più di 5000 abitanti: Roncade ne ha quasi 15000). Il che, a rigor di logica, vorrebbe dire che "o fai una cosa o fai l'altra!" e questo non per cattiveria, stupidità, avversione politica...ma forse perché s'è pensato, che semplicemente, a meno di non esser super...Simo, è opportuno attendere ad un compito, ad un incarico pubblico alla volta!
Ma allora qualcuno si chiede, e ha chiesto anche al Consiglio Comunale, se quella legge esiste davvero, perché non venga rispettata?!?
Eh sì che qualcun altro ha già dato il buon esempio: Zanonato, sindaco di Padova, nominato ministro del Governo Letta, ha subito affidato l'Amministrazione patavina al suo Vice...

Ma allora che a Roncade ci sia un Vice meno bravo? Che vi siano altri problemi? Che SuperSimo sia talmente brava da non poter esser sostituita? Che i Roncadesi non possan proprio far a meno di Lei?!?!?!

KALI.jpg (30265 byte)

Mi si dice che l'esperienza di un sindaco è indispensabile per far bene anche sugli scranni di Montecitorio...verissimo! Ma la regola c'è e VA rispettata...o NO?! E questo senza dover ricorrere ad interpretazioni autentiche, pareri di direttori generali emeriti, o veder assessori che si straccian le vesti pur di non perder la SuperSindaca!
E poi consentitemi di andare oltre - pierino dispettoso - e porvi un altro spunto di riflessione: la legge c'é da prima delle ultime elezioni politiche, quelle di febbraio. Parla invero di INELEGGIBILITA' cioè del fatto che un sindaco in carica (di comune oltre i 5000 come Roncade) al Parlamento non si può - quindi non poteva già 4 mesi fa! - proprio candidare a meno di dimettersi subito... quindi l'errore vien da prima ancora, da quando un "moto di popolo" (quello piddino trevigiano) aveva ricandidato alle primarie SuperSimo e, muovendo maestrine, religiosi, genitori, ecc, aveva chiesto lo strappo all'altra regola, di partito quella volta, per consentirLe un terzo
mandato e il doppio incarico!!! ma a rigor della LEGGE – ripeto - NON SI SAREBBE MANCO DOVUTA CANDIDARE!!!

E quindi canticchiamo "Roncade boh, Roncade gnamme...la terra dei cachi.."
In quest'Italia/Roncade dove tutto è norma ma solo i "fessi" rispettano le leggi; dove si fa pagar la tassa sull'illuminazione votiva più cara di tutti e si chiedon interpretazioni autentiche per Outlet fantasma; dove c'è stato però anche un Papa coraggioso che ha abdicato perché troppo vecchio per
attendere al proprio Sacro Officio e un vecchio Presidente che per amor di Patria ha fatto il bis per cavar dalle peste una classe politica di inetti... in quest'Italia che si fa rapire militari ed ambasciatori da Sandokan, in questa “Roncade dei cachi”, dove la legge è uguale per tutti, ma i buoni esempi
scarseggiano, abbiamo anche dei SuperSindaci osannati dagli elettori, ma che i cittadini li incontran sol alle feste o in campagna elettorale!

Roncade PAT, Roncade Factory Outelt, Roncade dei cachi!
Meditate gente meditate

  

Boris Mascìa

  

Condividi su Facebook