TIT.jpg (17099 byte)

FB.jpg (3148 byte)

CECCANT.jpg (12173 byte)
   
Mercoledì
3 aprile
2013

 

Ma si tratta così il difensore civico?

Lorenzon: "Ceccarini liquidata con sufficienza dai funzionari"
Una segnalazione di un cittadino così riesce ad avere una risposta taccagna solo dopo otto mesi
  
Il 15 marzo mi è arrivata una mail del Difensore Civico in risposta a una mia del mese luglio 2012 più nove allegati, con ben otto mesi di ritardo rispetto ai canonici e per legge 60 giorni.

Questo grazie a Roncade.it che mercoledì 31 ottobre martedì 13 novembre e lunedi 3 dicembre ha evidenziato pubblicamente il contenuto della mia di come viene gestito il nostro territorio, le molte lacune riguardanti la tranquillità del vivere in un centro storico, rilevata e condivisa da tanti cittadini e oggetto di urgenti interventi riconosciuti e condivisi sulla necessita e fattibilità dal difensore civico di allora nonché dal Sindaco che mi avrebbe informato e aggiornato sulla realizzazione con delle lettere datate 20 luglio 2012 e 25 maggio 2009.

Il contenzioso trattava di attraversamenti pedonali, barriere architettoniche per disabili di 50 cm, sottoportici divisi da strade prive di zebre e segnaletica prevista dal regolamento comunale ignorata dal Sig. Milanello, comandante capo, spesso trasformati in piste ciclabili in barba vigente R.P.U. N° 132. Attraversare le strade è diventata una roulette russa, mentre i cubetti di porfido continuano a volare. Cronica l’assenza di un vigile che vigili almeno una ora alla settimana; ci fossero almeno delle sagome di vigili di cartone (esperimento già collaudato). Questi erano solo alcuni richiami della mia del 20 luglio 2012.

E’ abbastanza squallida la risposta che ha ottenuto il Difensore Civico, funzionario garante dei diritti del cittadino, dagli uffici competenti su argomenti cosi delicati.

La circostanza è da segnalare al segretario generale, Luigi Iacono, funzionario anti ritardi, in quanto l’articolo N° 84 dello Statuto Comunale cosi recita:

SUPERJ.jpg (18954 byte)

Il D.C. ha diritto di ottenere dagli uffici del comune e degli enti e aziende dipendenti copie di atti e documenti, nonché ogni notizia connessa alla questione trattata.
Il funzionario che impedisca o ritardi l’espletamento delle funzioni del D.C. è soggetto ai provvedimenti disciplinari previsti dalle norme vigenti.

Il metodo, il sistema con il quale è stato liquidato il D.C. merita di essere riportata per intero, non è possibile prendere sottogamba una istituzione così importante.

Ci sono dei momenti della vita in cui a tacere si diventa complici e parlare diventa un obbligo.

15 marzo 2013

Gentile Sig. Dino Lorenzon,

faccio seguito alla Sua istanza del 20 luglio 2012 (acquisita in data 27.07.2012 al prot. n. 12050) ed alla nostra comunicazione telefonica avvenuta nel successivo mese di ottobre.

L’attività di indagine - avviata a seguito della Sua richiesta di intervento - ha determinato una serie di incontri con i Responsabili dei Servizi interessati e con parte degli amministratori.

In principio ho inviato una richiesta di chiarimenti al Comandante della Polizia Locale ed al Responsabile del Settore LL.PP. con la quale ho segnalato i diversi problemi da Lei individuati nel centro storico di Roncade.

In particolare ho riferito delle Sue doglianze circa lo stato di abbandono e degrado in cui versa il centro storico, allegando una serie di presunte inadempienze da parte dell’Amministrazione e degli Uffici comunali, con la richiesta di indicazioni precise e urgenti in merito ai problemi evidenziati.

Riporto integralmente la missiva con cui il comandante Milanello ha risposto alla mia richiesta di chiarimenti:

“Buongiorno le rispondo brevemente per quanto attiene alle mie competenze, lett b) i motocicli non transitano sotto i portici, lo fanno saltuariamente i cicli per lo più bambini e/o anziani per sentirsi più sicuri, quando ci siamo comunque li invitiamo a non farlo, la segnaletica compete all’Ufficio Tecnico Geom. Dalla Chiara, sarà nostra cura segnalare questa esigenza; lett. C) la presenza è garantita su tutto il territorio (62 Kmq.) con le risorse umane a disposizione (4 Agenti di ruolo e 2 stagionali che hanno già terminato il periodo di assunzione) nel periodo pre-festività natalizie verrà assicurato un potenziamento dei servizi di vigilanza di quartiere anche in centro storico.
Distinti saluti.”


Successivamente, nel mese di dicembre, ho incontrato il Comandante il quale mi ha assicurato il massimo impegno da parte del corpo di Polizia Locale alla vigilanza del centro storico di Roncade in occasione delle festività natalizie.
Sul punto non ho peraltro avuto ulteriori segnalazioni o lamentele da parte dei cittadini di Roncade.

Per quanto attiene invece il Settore LL.PP., ho dovuto sollecitare più volte l’arch. Lillo per ottenere una risposta alla mia richiesta di chiarimenti - per quanto di competenza - circa l’operato del Settore in relazione ai seguenti problemi:
a) la predisposizione e realizzazione di un progetto di riqualificazione per il centro storico;
b) la mancanza di una o più rampe per disabili in prossimità dei portici del centro;
c) la presenza in Piazza 1^ Maggio di cubetti di porfido distaccati dal fondo che al passare dei veicoli saltano con conseguenze potenzialmente pericolose per tutti i passanti;
d) l'installazione di una adeguata cartellonistica stradale nel centro storico. Il cittadino, in particolare, lamenta di essere stato più volte investito da cicli e motocicli che transitano liberamente lungo i portici causa la mancanza di appositi cartelli che ne vietano il transito;
e) il potenziamento dell’illuminazione pubblica nella zona del centro (in particolare nella zona dei portici) ritenuta insufficiente.

Come Le dicevo, dopo una serie di solleciti - anche richiamandomi ai poteri attribuiti al Difensore Civico in base alle disposizioni contenute nello Statuto comunale - ho ricevuto una stringata mail che riporto per sua comodità:

“Gentilissima dott.ssa in merito alla sua richiesta le confermo che è in corso di redazione il progetto esecutivo dei lavori di riqualificazione del Centro Storico di Roncade che, una volta realizzati mediante un Accordo di pianificazione ex art.6 L.R. 11/2004, porranno rimedio alle problematiche segnalate dal sig. Lorenzon Dino.
Rimanendo a disposizione per qualsiasi chiarimento l’occasione è gradita per porgere distinti saluti”.


E’ seguita una nuova mail con la quale ho richiesto informazioni più dettagliate sui problemi da Lei segnalati. In particolare ho chiesto all’arch. Lillo di fornirmi una calendarizzazione in merito agli interventi di sistemazione e riordino del centro storico.
A tale mail mi è stato risposto con il testo che riporto di seguito:

BUROCRAZ.jpg (41042 byte)

“Gentilissima dottoressa in merito ai lavori di riqualificazione del Centro Storico le evidenzio le seguenti tempistiche:
· Confermo che la Ditta Manesso ha affidato l’incarico di redazione del progetto esecutivo dei lavori che dovrà essere consegnato dai professionisti entro 75 giorni;
· Una volta approvato il progetto esecutivo i lavori dovranno essere realizzati dalla Ditta “ Immobiliare Sassi “ in virtù di un Accordo ex art.6 della L.R. 11/2004 e s.m.i.;
· Il cronoprogramma dei lavori allegato al progetto esecutivo stabilirà i termini esatti per l’esecuzione dell’opera.
Ritengo, in riferimento ai dettagli del progetto, fornirle la copia degli elaborati e, se gentilmente mi fissa un appuntamento, le evidenzierei le modalità di soluzione dei problemi segnalati”.


E’ stata pertanto mia cura fissare un incontro con il Responsabile del Settore LL.PP., il quale mi ha illustrato i diversi progetti realizzati e fornito spiegazioni su come gli interventi previsti andranno a porre rimedio ai problemi da Lei evidenziati. E' infatti previsto il riordino dell’assetto stradale e la valorizzazione degli assi centrali del centro storico; il rifacimento della pavimentazione stradale e parte della illuminazione pubblica; l'abbattimento delle barrierre architettoniche.

Sebbene con tempi superiori alle mie attese, alla fine le risposte sono arrivate e ritengo che il progetto che mi è stato sottoposto abbia il pregio di realizzare uno spazio urbano protetto, trasformando l'attuale via Roma in una piazza che sarà accessibile dai veicoli a velocità moderata e che pertanto apporti soluzioni concrete e tangibili ai diversi problemi che lei correttamente ha sollevato.

Segnalo infine che:

- il sopraccitato progetto definitivo è stato approvato dalla Giunta comunale nel febbraio 2012;

- con deliberazione del Consiglio comunale n. 16 del 20 aprile 2012 è stato approvato il piano triennale della Opere Pubbliche nel quale detto intervento è stato inserito con priorità alta con una stima dei costi di esecuzione pari ad € 2.219.954,56 (importo interamente apportato da soggetti privati) e che la tempistica indicata come inizio e fine lavori è il triennio 2012-2014.

A disposizione per ulteriori chiarimenti, saluto cordialmente.

dott.ssa Elena Ceccantini
  

  

Dino Lorenzon