TIT.jpg (17099 byte)

FB.jpg (3148 byte)

TEATRO.jpg (9309 byte)
   
Martedì
28 maggio
2013

 

Il senso della vita? Nel giardino sul Musestre

Sabato 1 giugno teatro all'aperto per House Show
In via Roma 56 omaggio a Monty Python a cura della compagnia Teatroroncade. Ingresso gratuito su prenotazione
  
Teatro in giardino, sabato sera, in via Roma 56. Il nuovo appuntamento del ciclo "House show" propone per il 1 giugno "Il senso della vita!", uno spettacolo di comicità surreale dei Monty Python, gruppo di commedianti inglese degli anni '70 che diventò un vero cult nelle trasmissioni della Bbc dell'epoca.
Il tributo alla formazione di artisti, della durata di circa 45 minuti, è stato elaborato da "Teatroroncade" e sarà rappresentato - clima permettendo - in un palcoscenico abbastanza atipico, cioè il giardino che sta fra via Roma 56 e l'argine sinistro del Musestre.

La presenza allo spettacolo, del tutto gratuita, è comunque subordinata alle poche regole ormai classiche di "House show", la formula di piccoli eventi in ambito privato, iniziata ormai nel febbraio del 2012 e che fino ad oggi ha offerto una dozzina di date a sfondo artistico-culturale-creativo di diversa natura animate da talenti locali ai più sconosciuti.
E' necessario, cioè, inviare una semplice e-mail con la richiesta di partecipazione (necessaria perché i posti sono ovviamente limitati); nella risposta saranno spiegati gli altri dettagli.

In caso di pioggia lo spettacolo avrà luogo ugualmente ma, come sempre, dentro casa.
Di seguito una breve scheda di presentazione di quanto ci aspetta.

MONTY1.jpg (32568 byte)
Signore e signori, "Il senso della vita!".
Con questa frase, abusato cliché d'apertura spettacolo, si apre la rappresentazione-tributo con cui Teatroroncade intende omaggiare i Monty Python.

L'estrema banalità della frase viene però immediatamente stravolta dalla prosecuzione, del tutto imprevedibile, degli eventi, mentre il pubblico viene trascinato nel mondo paradossale del famoso gruppo comico inglese degli anni '70. Rapidi sketch comici che partendo da frammenti di vita quotidiana classici, per non dire banali, ne ribaltano ogni parvenza logica o razionale. Come dire, dal "normale" alle estreme conseguenze dell'assurdo.

Lo stile beffardo e dissacrante dei Monty Python viene riassunto in una serie sketch racchiusi nella cornice di un fittizio spettacolo televisivo che vuole richiamare, nella struttura e nei contenuti, il programma "Monty Python's Flying Circus", che rese celebre il gruppo comico inglese. Guidati da una schiera di presentatori e vallette, attraversando situazioni illogiche e comicamente assurde, si arriva fino alla scoperta di quella che, secondo i Monty Python, è la risposta alla domanda più antica del mondo: qual è il senso della vita?

Ogni episodio cerca di richiamare l'atmosfera scanzonata di nonsense e di umorismo tipicamente "inglese" resa celebre, non a caso, proprio dai Monty Python. Alle scene del gruppo si affiancano due episodi del duo comico Lillo&Greg, che richiama, nello stile e nei ritmi, la medesima vis comica del gruppo inglese. A dimostrazione di come lo stile dei Monty Python continui a fare scuola, vivissimo e attuale oggi come quarant'anni fa.

  

Roncade.it

  

Condividi su Facebook