TIT.jpg (17099 byte)

FB.jpg (3148 byte)

GIOVI.jpg (13698 byte)
   
Sabato
8 giugno
2013

 

La terra dei cachi è dove non si coltiva cultura

Geromel: "Mascia, è qui il fallimento, altro che ineleggibilità"
Nel portare alla comune conoscenza una legge non rispettata, mi aspetto che lo scrivente si limiti a questo, e non divaghi
  
Caro Direttore,
dopo aver attentamente letto l'articolo, da questo portale pubblicato, a firma Mascia, non posso che esprimere la mia più assoluta e totale condanna al suo richiamo, nell'ultima frase-citazione, in cui alla terra dei cachi viene, irrisoriamente e con sottile collegamento, agganciata la futura apertura dell'Arsenale Contemporary Shopping, già Roncade Outlet Gallery.
Mi risulta che lo scrivente, come chiunque appartenga all'opposizione (sic!) e alla maggioranza, poco abbiano fatto, per favorire che quanto previsto per la cultura in questo enorme spazio, si sia potuto realizzare nel nostro Comune, al di la di pochi, sporadici, eventi degni di nota.

CULTURA.jpg (37003 byte)

Ritengo che sia scelta personale, decidere di assistere e partecipare ad eventi, concerti, mostre d'arte, ristorazione alternativa e quant'altro possa venire organizzato. Di sicuro, penso, se le offerte sono all'altezza, il pubblico e' assicurato.
Ora, se per trovare un'offerta adeguata alle aspettative ci si deve affidare alla "benignus benigne atque hospitaliter", scusando il mio arrugginito latino, di persone ingegnose e prodighe che lo organizzano in casa propria....beh credo risalti la grave, gravissima assenza della pubblica offerta. Che non stabilisce nessuno, compresa la legge, sia la maggioranza e non l'opposizione ad offrire, proporre e sostenere.

Ma, si sa', alla legge ci si affida e ci si rifa' solo quando conviene, senza nulla togliere alla validità del fatto che, se esiste, ci si deve attenere, in particolare se si è partecipato alla discussione parlamentare e alla sua approvazione.
Ma, tant'è, con la Cultura non si mangia, così come qualcuno di conoscenza del Sig.Mascia, ha avuto modo di sostenere.
Ecco, Sig.Mascia, io credo che, avendo figli minorenni, se la prossima, auspicabile, apertura di una Gallery che, oltre ad offrire servizi commerciali, offra la possibilità di momenti culturali diversificati, non può che essere motivo di vanto, non certo di sarcastica associazione ad una terra dei cachi che, se non c'ha fatto caso, viviamo, in tal senso, da tempi immemorabili, fatte salve alcune, poche, lodevoli iniziative!!!!
Pertanto, nel portare alla comune conoscenza una legge non rispettata, mi aspetto che lo scrivente, si limiti a questo, e non divaghi in campi che nulla hanno a che fare con la sostanza del suo scrivere, ma che, anzi, tendono a dar assai fastidio a quanti, lettori, credono ancora nel potere della Cultura e della sua più ampia divulgazione.

  

Roncade.it

  

Condividi su Facebook