TIT.jpg (17099 byte)

FB.jpg (3148 byte)

ENEL.jpg (8626 byte)
   
Giovedì
19 settembre
2013

 

Occhio ai finti inviati Enel

Segnalazioni di sedicenti agenti che chiedono i vostri dati
La società elettrica esclude si tratti di iniziative autorizzate. "Chi si presenta a nome nostro si qualifica con nome, cognome e tessera"
  
Occhio a sedicenti rappresentanti dell'Enel che si presentano nelle case o nei negozi introducendo un confuso discorso in materia di cauzioni e privatizzazioni e che chiedono gli estremi del vostro contratto.
Così come avvenuto in altre parti d'Italia, anche a Roncade sono giunte segnalazioni in questo senso mentre, a fronte di verifiche compiute dalla nostra redazione, l'azienda elettrica esclude si tratti di iniziative autorizzate.
"Chi si presenta a nome nostro - spiegano infatti dalla sede regionale - si qualifica con nome, cognome e tesserino numerato. Di qualsiasi cosa parlino - è il consiglio - fatevi consegnare un biglietto da visita ed evitate di prendere decisioni o di fornire informazioni sulla vostra utenza".

ENEL2.jpg (28282 byte)

Anche se non vengono chieste somme di denaro, infatti, il sospetto è che si tratti di soggetti a vario titolo interessati ad ottenere gli estremi dei contratti Enel al fine di utilizzarli per la sottoscrizione, all'insaputa del cliente, di rapporti con altri gestori.
In ogni caso la raccomandazione per l'immediato, qualora vi fosse un rifiuto della persona a documentare la propria identità, è quella di comporre il 112 e segnalare l'episodio ai carabinieri.

Va anche aggiunto, avendo un pizzico d'intraprendenza in più, che in casa vostra siete autorizzati a scattare tutte le foto che volete - se non si tratta di minori non c'è alcun diritto alla riservatezza che si possa opporre - e che, perciò, un'immagine del soggetto da diffondere via web, potrebbe risultare utile a molti.    

  

Roncade.it

  

 
Condividi su Facebook