TIT.jpg (17099 byte)
 
WIFI.jpg (9230 byte)
   
Mercoledì
1 febbraio
2012

 

Wi-fi: lo fa l'Acer ma se ne vanta il Comune

Con una nota ufficiale via Roma si attribuisce un progetto non suo
Commercianti: "Nella migliore delle ipotesi qualcuno ha fatto un po' di confusione, lo chiariremo subito"
  
L'Acer avvia e finanzia un progetto di wi-fi libero nel centro storico di Roncade ma il Comune si attribuisce la paternità dell'iniziativa.
E' la sintesi di quanto accaduto nelle ultime ore attraverso un comunicato stampa dell'amministrazione municipale che questa mattina ha destato una certa irritazione fra i vertici dell'associazione dei commercianti roncadesi.

"Nella migliore delle ipotesi - hanno detto - qualcuno ha fatto un po' di confusione, lo chiariremo subito".

Riassumendo: da molti mesi l'Acer sta trattando con un'azienda padovana per l'installazione di alcune mini antenne in punti strategici del corso principale al fine di assicurare il traffico internet via radio a chi, attraverso un pc portatile, abbia bisogno di connettersi alla rete. Traffico dati gratuito, che replica quanto sta già avvenendo in molte città italiane.
L'Acer, per assecondare una richiesta dello stesso provider, interessato a vendere traffico internet, aveva anche introdotto i suoi rappresentanti agli uffici municipali, sede in cui aveva contemporaneamente preso corpo un secondo progetto, ben distinto dal primo, e che vede come interlocutori soltanto l'amministrazione e l'azienda. Cioè l'installazione di un'antenna di diversa natura su un traliccio dell'illuminazione dello stadio con la quale servire un'utenza privata eventualmente interessata ad acquistare connessioni internet da sede fissa. Sempre in modalità wireless ma - attenzione - con un sistema che con il wi-fi in piazza non c'entra. In cambio della concessione a montare l'antenna, secondo l'accordo raggiunto fra azienda e Comune, una frazione di questo traffico dati dovrebbe essere riservata gratuitamente ad alcune sedi pubbliche (scuole e municipio).

Il problema di oggi nasce da un comunicato stampa (vedi sotto) in cui l'amministrazione comunale mescola le due operazioni ed attribuisce all'Acer il merito appena di una "collaborazione". Il wi-fi libero, al contrario, una volta attivato, sarà invece un obiettivo centrato grazie alla promozione ed al completo supporto finanziario integrale dei commercianti roncadesi.
  

COMUNICATO STAMPA DELL'AMMINISTRAZIONE COMUNALE DEL 1 FEBBRAIO 2012

Cittadini e commercianti del centro di Roncade potranno presto accedere al servizio di connessione gratuita Wi-Fi (senza fili). L’Amministrazione comunale ha firmato il contratto con la ditta Teleimpianti per l’installazione di un ripetitore su una delle torri faro del campo sportivo di via Vivaldi. Grazie a questo accordo tre edifici comunali godranno ciascuno di un servizio gratuito di connessione internet. Teleimpianti, infatti, si è impegnata a fornire per l’intera durata della convenzione (nove anni) tre servizi di connettività in modalità wireless presso la sede municipale, la scuola media e la scuola elementare del capoluogo, per un valore complessivo di 2.400 euro l’anno.

“La firma del contratto – commenta l’assessore ai sistemi informatici, Gilberto Daniel – è un ulteriore passo in avanti nel progetto dell’Amministrazione comunale di offrire a cittadini ed imprese collegamenti veloci ad internet e accesso al Wi-Fi libero”.

L’installazione del ripetitore presso il campo sportivo comunale garantirà la copertura gratuita in ogni punto commerciale di via Roma e piazza I maggio. “Si tratta di un servizio importante – ricorda l’assessore Daniel - reso possibile anche grazie alla collaborazione con l’Associazione dei commercianti roncadesi (Acer) che si farà carico dei costi della connessione”.