TIT.jpg (17099 byte)
 
altan.jpg (11785 byte)
   
Martedì
9 ottobre
2012

 

Ma Pezzato gioca a "Indovina chi?"

Tullio: "Facesse una buona volta nomi e cognomi..."
Che si continui pure a cianciare. Intanto altri si adoperano per costruire una città migliore
  
Mi chiedo se uno dei giochi preferiti di gioventù di Lorenzo Pezzato fosse “Indovina chi?”…
Ricordate le figurine alle quali dare un nome attraverso la descrizione delle loro caratteristiche? Mi riferisco proprio a quel giochino anni ’80.
Negli ultimi mesi mi son sentita un po’ Claire, anche se non ho un cappellino fiorito, un po’ Maria, per quel carrè marroncino… D’altronde, se contiamo quanti consiglieri comunali roncadesi siano ancora annoverabili tra i giovani - abbiano cioè tra i 30 e i 35 anni - (3) e quanti di questi siano donne (1), facilmente possiamo vincere almeno una delle sessioni di “Indovina gli amministratori deludenti ” lanciato mesi fa da Pezzato.

 
Quest’ultimo, chissà se per eleganza o per gusto del mistero, nel suo sparare contro alcuni degli attuali amministratori, non ha voluto fare nomi, ma credo sarebbe stato preferibile puntare il dito su una o più persone in carne ed ossa, con nomi e cognomi.
Meglio ancora rivolgendosi alle stesse, dato che non se ne stanno nella scatola dell’”Indovina Chi?” ma in Municipio.

INDOVINA.jpg (56580 byte)

E a tal proposito, credo che sia curioso osservare come molto spesso chi si riempie la bocca di tante parole sulla buona e sulla cattiva amministrazione – lo faccia egli per diletto o per lavoro – sia "ectoplasmatico" nei fatti: partecipazione, contributi positivi e propositivi, il rimboccarsi le maniche = zero, niet, non pervenuto.

Scendendo nel personale, come mi sembra richieda tra le righe dei suoi scritti il sig. Pezzato, in questi anni non l’ho mai visto una volta, e se erro spero di venir smentita, ad una iniziativa dei miei referati, né ho avuto il piacere di confrontarmi con lui sulle idee in materia di cultura, associazionismo, turismo, politiche giovanili, comunicazione istituzionale. Cosa che diversamente ho fatto con molti cittadini che si sono messi in gioco e che hanno apportato i loro validi contributi.

Che si continui pure a cianciare, intanto qualcun altro è impegnato a lavorare e il tempo e le energie da perdere per mettersi in mostra con le belle parole è interamente dedicato a pensare, condividere progetti, adoperarsi per costruire una città migliore!

  

Chiara Tullio