TIT.jpg (17099 byte)
 
TEXA1.jpg (14197 byte)
   
Sabato
23 giugno
2012

 

Texa, Vianello lascia la prima squadra

"Questioni etiche, devo investire in azienda e creare lavoro"
Resta il supporto economico nei confronti delle squadre giovanili, elemento fondamentale per la crescita sana e spensierata dei ragazzi.
  
Cari Giocatori, Dirigenti e Sostenitori,
dopo tanti anni di grandi soddisfazioni, ho preso la sofferta decisione di interrompere la sponsorizzazione alla Prima Squadra del Roncade Basket.

A spingermi a questa difficile scelta non è stata la recente retrocessione , ma bensì una valutazione di carattere sostanzialmente etico, legata alla situazione di difficoltà che l’Italia sta vivendo e che non risparmia purtroppo neppure la nostra terra.
Sempre più spesso ricevo infatti drammatiche richieste di aiuto da padri di famiglia che hanno perso il lavoro oppure da giovani che non riescono a trovare una occupazione stabile.

VIANELLO.jpg (67474 byte) In questo preoccupante contesto ho pensato che il piacere di mantenere la squadra di pallacanestro della mia città non sia più prioritario.
Il mio impegno formale sarà invece d’ora in poi quello di investire anche la somma destinata finora alla Prima Squadra nel potenziare la struttura aziendale, procedendo a nuove ulteriori assunzioni di personale qualificato rispetto a quello già previsto.

Questa decisione si inserisce in una precisa politica di TEXA volta a portare quanto più possibile occupazione e benessere al territorio che l’ha vista nascere e raggiungere la prosperità, come ben testimonia la realizzazione del nuovo stabilimento, costruito nel nostro territorio senza ricorrere a delocalizzazioni in paesi dove la manodopera costa meno.

Investire in ulteriori tecnici ed impiegati specializzati contribuirà a rendere ancora più competitiva l’azienda nei confronti della temibile concorrenza straniera, continuando ad alimentare il circolo virtuoso che ci lega da anni con reciproco vantaggio alla comunità locale.
Mi sentirei insomma a disagio in questo particolare momento storico se non destinassi tutte le mie forze a questo nuovo impegno sociale, molto più importante per le persone rispetto ad un campionato.
Insomma, come mi hanno insegnato i miei genitori, prima il dovere e poi il piacere!

Non posso invece venire meno al mio supporto economico nei confronti delle squadre giovanili, in quanto ritengo lo sport un elemento fondamentale per la crescita sana e spensierata dei ragazzi.
Come tutti, mi auguro che la sconfortante situazione economico/sociale che stiamo vivendo sia destinata presto a cambiare, in qual caso sarà ovviamente mia premura tornare a investire nello sport ad alto livello, naturalmente con il Roncade Basket!

Sperando comprendiate questa mia decisione, vi ringrazio di cuore per le grandi emozioni e soddisfazioni che mi avete regalato in questi otto anni.
 

Bruno Vianello