TIT.jpg (17099 byte)
 
TAXI.jpg (9138 byte)
   
Sabato
16 giugno
2012

 

Tassisti evoluti a Ca' Tron

Progetto del Consozio Radiotaxi veneto per H-Farm
Si potrÓ chiamare un taxi via pc o smartphone, pagare on line e progettare lo spostamento anche con altri mezzi
  
Chiamare un taxi in qualsiasi punto del territorio veneto con l'immediata localizzazione del cliente, la certezza di essere raggiunti dal veicolo pi¨
vicino, la possibilitÓ di pagare on line e di poter acquistare anche altri biglietti per treni o pullman utili per lo spostamento da compiere.

Sono alcune delle funzioni previste da un progetto che il consorzio dei tassisti "Radiotaxi Veneto", aderente a Confartigianato, ha avanzato alla societÓ
trevigiana "H-Farm", cioÚ ad uno dei soggetti recentemente coinvolti dal ministro per lo sviluppo economico, Corrado Passera, nella task force per la digitalizzazione del Paese.

"Il futuro del nostro servizio - ha spiegato Alessandro Nordio, presidente regionale del gruppo tassisti di Confartigianato - sarÓ sempre meno localizzato in luoghi geografici definiti (Venezia, Vicenza o Padova etc. e sempre di pi¨ del taxi in rete. AvrÓ successo chi saprÓ usare le nuove
tecnologie applicate ad un servizio pubblico qualitativamente e
professionalmente superiore".

Il sistema proposto, in sintesi, attraverso l'utilizzo di terminali fissi o mobili collegati al web punta ad ottimizzare il movimento dei taxi veneti, contenendo il pi¨ possibile i viaggi a vuoto e fornendo in tempo reale la migliore soluzione di mobilitÓ per l'utenza.