TIT.jpg (17099 byte)
 
PD.jpg (8134 byte)
   
Martedì
18 dicembre
2012

 

Montecitorio, Rubinato sbatte la porta

Il deputato non si candida in dissenso con regole PD
"Da sindaco dovrei chiedere una deroga al comitato nazionale ma non ho intenzione di farlo"
  
PD: RUBINATO, 'NON CHIEDO DEROGA, NON MI RICANDIDO'

(ANSA) - TREVISO, 18 DIC - "Non ho intenzione di chiedere alcuna deroga, anche se il mandato di sindaco si conclude nel 2014".
E' il messaggio affidato alla propria pagina Facebook da Simonetta Rubinato, deputato del Pd e sindaco di Roncade (Treviso), la quale, in questo modo, di fatto annuncia la sua indisponibilità a candidarsi per le prossime elezioni politiche.

Una scelta, secondo quanto si apprende dal messaggio, che giunge non senza una connotazione polemica rispetto alle regole decise ieri nel corso ella direzione nazionale dei Pd "decise e votate a scatola chiusa".

Regole, spiega Rubinato, che" non rispondono alle aspettative di larga parte degli elettori che, come me, ritengono che anche il Pd non abbia fatto abbastanza per cambiare la legge elettorale o almeno reintrodurre le preferenze".

RUBINAT1.jpg (34426 byte)

Rispetto alla scelta dei candidati parlamentari, aggiunge, "Il 29 ed il 30 dicembre potranno votare solo gli elettori già iscritti all’Albo delle primarie di novembre e gli iscritti al Pd nel 2011 che rinnovano la tessera. E perché la segreteria nazionale, d’intesa con le segreterie regionali, si è riservata di scegliere il 10% delle candidature più le posizioni di capilista. In totale - rileva ancora il deputato - sono circa 94+34 parlamentari, ovvero il 30% degli eletti sicuri del Pd".
A dover chiedere una deroga entro domani al comitato nazionale dovrebbero essere anche i sindaci di comuni sopra i 5 mila abitanti, come nel caso di quello di cui Rubinato è primo cittadino. Deroga che, dichiara la parlamentare in conclusione, "non ho intenzione di chiedere". (ANSA)

  

Roncade.it