TIT.jpg (17099 byte)
 
PIAZZAX.jpg (9014 byte)
   
Giovedì
19 luglio
2012

 

The dark side

In centro storico c'è un buco nero. Metaforico o no
Bambini che giocano in una piazza del Municipio perennemente al buio. Conta di più illuminare i parcheggi
  
In questa fotografia di piazza Municipio scattata intorno alle 22 di qualche sera fa, ci sono dei bambini che giocano a pallone. Non si vedono perché stanno giocando al buio.
  
PIAZZA.jpg (70632 byte)

A Roncade accade che una piazza destinata esclusivamente a parcheggio, piazza I Maggio, sia molto più illuminata di un'altra creata per la gente che passeggia e che si ritrova.

Ci sono, è vero, dei punti luce, ma sono più dei segnapassi per non mettere un piede in fallo, senza parlare di alcuni lampioncini fiochi che mandano fastidiose lame azzurrognole a livello dello sguardo.
Vai a capire gli architetti e vai a capire chi gli va dietro.

Il clima è intimo, la gente fatica a riconoscersi da un punto all'altro della spianata, peraltro ondulata sul lato Nord. Si aggirano sagome leggere, movimenti da lucciola tracciati dal brillìo di una brace di sigaretta oppure dal display acceso del cellulare. Si parla sottovoce.
Di fatto è l'unico punto veramente buio del centro storico.

Eppure ci sarebbero dei fari già montati sul tetto del palazzo municipale. Alogene brutte e giallastre, è vero, ma sempre meglio della tenebra. A meno che ad accenderle si offenda il “concept” degli strateghi dell'immagine, gli stessi geni che hanno creato un fiume attorno alla stessa piazza. Secco perché hanno sbagliato il calcolo di portata delle pompe. Potesse funzionare almeno nelle sere d'estate ci si potrebbero mettere i piedi.
Potessero funzionare pure quelle alogene, qualche ora la sera (non si elevi per questo ad alibi la spending review) i bambini a pallone giocherebbero più a lungo.

E tutto quel buio sulla facciata del palazzo spoglio, senza insegne né bandiere, perderebbe anche quell'alone vagamente simbolico del buio delle istituzioni.

  

Roncade.it