TIT.jpg (17099 byte)
 
OSTX.jpg (14730 byte)
   
Martedì
13 novembre
2012

 

Che c... può fare il cittadino? Insistere!

Lorenzon: "Più ostacoli ci mettono più siamo sulla strada giusta"
Difensore civico inerte, in una crisi di democrazia sembra ormai normale anche ignorare la voce degli amministrati
  
Gent.redazione,

ho letto l'articolo apparso su roncade.it del 31 ottobre dal titolo "chi mi sveglia il difensore?", non mi ha sorpreso tanto il fatto che le richieste di un cittadino spesso rimangono inascoltate o vengano considerate dopo troppo tempo, siamo ormai in una crisi anche di democrazia che tutto può diventare fattibile, anche ignorare la voce del cittadino.

Quello che mi fa riflettere e mi preoccupa è la domanda che il cittadino si pone alla fine della lettera " ...ma allora che c....può fare un cittadino che non si arrende?", non so se puo' consolarlo il fatto che non è il solo a porsi questa domanda,a volte può essere comodo rispondersi che forse vale la pena di lasciar perdere, che non è il caso di insistere, poi però pensi che anche chi dovrebbe darti delle risposte si augura che uno si stanchi e quindi la risposta non può e non deve essre questa.

Quali altre strade ci restano allora, certo non ha vita facile quel cittadino che vuol essere parte integrante di un sistema per poter contribuire con le sue idee, con le sue proposte, con il suo contributo a migliorare la societa'
il territorio, la frazione in cui vive. Ma puo' bastare queste difficoltà per uno che non si arrende, per uno che ha delle idee, delle proposte,delle richieste a gettare la spugna' ritengo proprio di nò e quindi penso (e mi consola) che piu' difficoltà si incontra in questo nostro cammino, più ostacoli ci mettono davanti e più probabile è che siamo nella strada giusta.

OSTACOLI.jpg (30389 byte)

Il mio consiglio è quindi di insistere nelle proprie convinzioni, nelle proprie idee, nelle proprie richieste a meno che........non sia uno dei rari cittadini che agiscono solo per protagonismo e che quindi quelle richieste non siano che carta straccia, che il loro contenuto sia insignificante sia per il mittente che prive di alcun interesse per la comunità/ territorio in cui vive ; fatico a pensarlo e quindi a crederlo percio ... fatecelo sapere:

RINGRAZIO PER LO SPAZIO

  

Zeno Lorenzon