TIT.jpg (17099 byte)
 
DISLEX3.jpg (12059 byte)
   
Venerdì
30 novembre
2012

 

Io, padre di un "bimbo Dsa"

Ecco cosa è capitato a mio figlio
Facciamo attenzione a sottovalutare il problema per non mettere quei bambini ancora più in difficoltà
  
Egregio direttore,

la Dsa è un disturbo neurologico e per capirsi non esiste un'analisi del sangue che la individua. Questo "disturbo" come Lei semplicemente la chiama, è molto complesso da individuare, ma prima viene rilevato, anche in forma non grave, prima lo si affronta con i metodi giusti e meglio si riesce a far stare il bambino in mezzo agli altri e a rapportarsi con gli altri.

Ecco! provi Lei a vedere e sentire gli altri bambini che leggono correttamente e velocemente e invece Lei, se avesse questo problema, leggere e scrivere tre volte più lento e meno fluidamente degli altri. Avrebbe il coraggio di leggere ancora davanti agli altri, che magari sorridono sotto ibaffi, oppure reagirebbe come tutti cercando di evitare di leggere?
Beh, questo è quello che è successo a mio figlio.

Per cinque anni davamo la colpa al fatto che fosse pigro nello scrivere e "asino" nel leggere, e non ha idea di come mi sono sentito stupido e ignorante quando uno di quei "specialisti" mi ha detto: "Suo figlio soffre di DSA ed è anche a un livello da non trascurare, non è un 'asino'  lui capisce correttamente ma fa fatica a vedere in ordine le parole come le vediamo noi....".

DISLEX2.jpg (34706 byte)

Mi creda se non fossi stato seduto sarei caduto a terra, ma non perchè avesse tale disturbo, ma per come l'ho trattato io che ero suo padre, si figuri come l'avranno trattato gli altri.
Per cui facciamo attenzione a sottovalutare il problema per non mettere quei bambini ancora più in difficoltà e in un stato di sentirsi diversi perchè non lo sono, hanno solo bisogno di essere coadiuvati da tutto ciò che prevede la legge citata da Lei, e di un accordo scuola famiglia per utilizzare entrambi lo stesso metodo restando aggiornati sui risultati ottenuti.

NON è assolutamente vero che sono protetti dall'insufficenza, perchè mio figlio ha comunque più insufficenzze che sufficenze, gli vengono solo date delle possibilità diverse, ma giustamente sono trattati come bambini o ragazzi NORMALI.
Se poi volesse approfondire l'aspetto sono a disposizione e c'è un bel sito che se vuole può visitare "www.dsaitalia.it"

Cordiali Saluti

  

Massimo Bardi