TIT.jpg (17099 byte)
 
acer.jpg (4108 byte)
   
Giovedì
5 luglio
2012

 

Wi-fi, questi gli impianti sotto i portici

L'Acer e l'azienda spiegano nel dettaglio strumenti e campi
Per le radiazioni negli edifici scolastici si attendono i chiarimenti tecnici dal Comune
  
Gentile Direttore,

vogliamo tentare di rispondere ai dubbi sollevati da qualche lettore di questo sito in merito al pericolo per la salute generato dal wireless e vogliamo provare a farlo anche se non è nostra diretta responsabilità e competenza.  
Avendo ottimi rapporti con l'azienda installatrice e vedendo che le domande e i dubbi dei lettori sono rimasti lettera morta, abbiamo chiesto alla stessa di aiutarci a fare un po' di luce. 

 
Precisiamo che siamo anche noi clienti dell'azienda che ha installato l'antenna nel campo sportivo in quanto dalla stessa abbiamo acquistato anche gli hot spot (delle piccole antenne che rimbalzano il segnale) nonché il traffico dati, cosa che ci permette di diffondere e regalare la navigazione in internet gratuita in parte del centro storico (progetto in fase di ultimazione).

HERTZ.jpg (42162 byte)

L'azienda è stata disponibilissima e ci ha fornito tutta una serie di documentazioni, che scendono anche parecchio nel tecnico, che rendiamo pubbliche.

Rendiamo pubblico anche il documento originale che doveva essere pubblicato su roncade notizie e che non è stato pubblicato integralmente, impedendo così ancora una volta, dopo il primo comunicato stampa, molto impreciso e fuorviante, di rendere chiarezza tra scopi e funzioni dell'antenna del campo sportivo e il wi fi gratuito offerto dai commercianti.
 

ACER Cittattiva

 
LETTERA DEL RESPONSABILE DELL'AZIENDA INSTALLATRICE

5 luglio 2012

Spett.le ACER Cittativa, con la presente vado a rispondere in merito alla vostra richiesta di informazioni a riguardo dei dubbi espressi da una concittadina sulla salubrità dei ns apparati HotSpot.

A questo riguardo, in allegato alla presente potrete trovare una lettera dell'ARPAV relativa al loro parere sostanzialmente positivo espresso in merito alla installazione delle antenne WiFi con potenze inferiori ai 7 WATT presso un comune vicino al Vs.

Come potrete leggere, tale parere è sostanziato con una nutrita serie di articoli di legge, è espresso con la formula del silenzio assenso è porta alla conclusione che gli apparati installati sono a norma.

Ricordo che l'ARPAV è l'ente che previene la protezione ambientale e che come tale legifera in base a quelli che sono i più recenti, attuali e provati risultati scientifici.

Scendendo nel dettaglio, vorrei farvi presente che la legge che regolamenta il tutto è la 195 e relative modifiche successive.

Vorremo inoltre evidenziare il fatto che:

tutti i lavori per la realizzazione del progetto di copertura Wireless nel territorio di Roncade, come in altri circa 80 Comuni del Triveneto, sono stati realizzati a regola d'arte e nel pieno rispetto delle normative vigenti.
Per ogni realizzazione eseguita presso i vari Comuni viene presentata regolare SCIA O DIA e ne viene fatta regolare comunicazione all'ARPA di competenza (vedi lettera ARPA allegata.)
Tutti gli apparti usati per la realizzazione dell'infrastruttura sono omologati in Italia e marchiati CE rispettando a pieno le relative leggi che regolamentano la materia
Le nostre antenne emettono una radiazione elettromagnetica misurabile con l'unità di misura Watt EIRP e che tale misura, per quanto riguarda i ns. apparati , risulta essere di una unità, valore al di sotto di quella emessa da un comune telefono cellulare. Tenendo conto che le nostre antenne vengono installate a qualche metro d'altezza e il telefono invece lo teniamo sempre con noi, si può facilmente intuire la differenza di influenza dei due apparati.

Sempre in allegato vi invio alcuni pdf  scansionati relativi alle specifiche tecniche dei componenti fondamentali degli apparati che utilizziamo normalmente.

Per scendere nel dettaglio, l'apparato che forniamo , la rb433, è la main board, il router sul quale va agganciata una o due schede radio ( esempio scuola campo sportivo di Roncade e Piazza di Via Roma ).

La r52 è la scheda radio (vi ho evidenziato l’emissione massima espressa in dbm sulla banda 2.4 giga e 5.4giga)

Ho aggiunto un paio di pdf con evidenziata la potenza, anche questa espressa in dbm, di alcuni apparati Access Point (Tp-Link e Linksys)che sono normalmente disponibili presso supermercati e/o negozi di computer.

Come noterete la potenza della scheda è analoga ai nostri apparati, l’unica variazione è che l’access point è in casa a pochi metri dalle persone, mentre quella schedina è installata sui pali della illuminazione pubblica(Piazza di Via Roma) e pali della illuminazione del campo sportivo.

L’unica variabile è il  guadagno dell’antenna esterna di ciascun apparato,  differiscono complessivamente di molto poco  però, considerando che quella esterna ha bisogno di cavi di collegamento mentre quella dell’access point è direttamente collegata all’apparato.

Per chiudere vorremo sottolineare che quanto scritto si basa su quelle che sono le conoscenze attuali in campo medico e scientifico, e seppure siamo d'accordo in linea di principio su quelle che sono le preoccupazioni dei lettori di Roncade.it, non possiamo far riferimento a quanto "potrebbe accadere" e in seconda battuta che le misure espresse nelle citazioni dovrebbe essere verificate se compatibili ed utilizzabili su quanto in oggetto.