TIT.jpg (17099 byte)
 
TRENO.jpg (13806 byte)
   
Lunedì
4 aprile
2011

 

Tav, preliminare in commissione Veneto

Nessuna fermata prevista fra Tessera e Ronchi dei Legionari
Scartato affiancamento a linea esistente, improbabile accostamento ad A4. Chisso: "Serrato confronto con enti locali"
  
Il progetto preliminare della nuova linea ferroviaria AV/AC Venezia Trieste predisposto da Italferr é stato presentato oggi in seconda commissione consiliare Trasporti e viabilità, riunitasi a Palazzo Ferro-Fini su richiesta dei consiglieri Bruno Pigozzo e Lucio Tiozzo del PD.

Alla presentazione è intervenuto anche l'assessore alla mobilità della Regione Veneto, Renato Chisso, che ha ribadito che "il progetto per la definizione del tracciato sarà oggetto di un serrato confronto con gli enti locali, le associazioni e i cittadini, per trovare le possibili alternative o miglioramenti.
E' mia intenzione - ha concluso Chisso - arrivare ad un progetto definitivo che riscontri il più ampio consenso possibile e che porti al territorio i maggiori benefici".

"Oggi - ha dichiarato il vicepresidente della commissione Bruno Pigozzo - abbiamo avuto conoscenza del progetto elaborato da Italferr e riteniamo che le nostre richieste siano tutte politiche, in particolare per capire quale posizione intenda assumere la Regione sulla base, soprattutto, delle forti
contraddizioni che fanno emergere il fatto che questo progetto non è in linea con la difesa del territorio. Mi chiedo a questo proposito - ha ribadito Pigozzo - quale posizione assumerà la Giunta in sede di commissione di Valutazione di Impatto Ambientale. Credo che questa sia la richiesta prioritaria emersa
oggi in commissione, perché il progetto presentato non è assolutamente in linea con la logica della tutela del territorio e di un suo sviluppo equilibrato. E' nostra intenzione - ha infine annunciato il consigliere del PD - collaborare
fattivamente per trovare una seria alternativa a questo progetto, che non funziona".

Da parte sua il presidente della Commissione, Andrea Bassi ha sottolineato che "é difficile, al momento, fare delle scelte tecniche, per il fatto che delle tre ipotesi iniziali, quella di affiancamento all'autostrada, il tracciato litoraneo e quello del raddoppio dell'attuale tracciato ferroviario Venezia - Trieste, per uno solo è stato presentato un progetto preliminare, quello litoraneo, mentre per gli altri due vi è solo uno studio di fattibilità per il tracciato in
affiancamento e la terza ipotesi è stata abbandonata quasi subito. Ritengo - ha concluso Bassi - che ora sia necessaria una seria riflessione politica prima di procedere a scelte tecniche".

TAVMAP.jpg (421240 byte)

Il progetto di nuova linea AV/AC prevede uno sviluppo dalla stazione di Venezia Mestre per terminare sulla bretella di collegamento con la cintura merci di Trieste, per un totale di circa 156 Km.
Complessivamente sono previste quattro tratte funzionali: Venezia Mestre-Aeroporto Marco Polo; aeroporto Marco Polo - Portogruaro, Portogruaro-Ronchi; Ronchi-Trieste.

Il progetto della nuova linea, per la realizzazione della quale è previsto un costo complessivo di 7,5 mld di euro e che avrà un uso promiscuo, con circolazione sia dei treni passeggeri che merci, prevede una realizzazione in 6 fasi funzionali e un modello di esercizio con un transito giornaliero di 26 treni
passeggeri a lunga percorrenza, di cui 2 notturni e 138 treni merci, di cui 55 notturni. I

l tracciato ha origine alla stazione di Mestre e scendendo progressivamente prima in trincea e poi in galleria artificiale in direzione di Forte Marghera, passando sotto il quartiere S.Giuseppe, quindi il canale Osellino e più avanti il confine nord del villaggio Laguna. Il tracciato continua a sud di Campalto per ritornare in galleria artificiale passando a sud di Tessera per poi raggiungere la nuova fermata aeroporto, dove è prevista l'interconnessione con la bretella
di collegamento tra l'aeroporto e la linea storica, per procedere in direzione est a nord dell'abitato di Altino e attraversare in galleria il fiume Dese, il fiume Zero e il fiume Sile in viadotto.

Dopo Caposile il tracciato oltrepassa in due punti il fiume Piave per piegare verso nord in località Torre di Mosto, dove supera il fiume Livenza prima e la linea storica Venezia-Trieste poi e puntare infine verso Portogruaro rimanendo
in affiancamento a sud dell'autostrada A4.

Tra l'aeroporto Marco Polo e Ronchi dei Legionari non sono previste stazioni
intermedie.

     

LUCA5.jpg (5860 byte)

Costruiamo il vostro futuro
cell. 348 9972665