TIT.jpg (17099 byte)
 
INQUI.jpg (9876 byte)
   
Mercoledì
5 ottobre
2011

 

Nel Musestre solo un po' di caffè

L'Arpav rileva appena questo ma pesci ed erbe ancora scarseggiano
E' l'acqua di collaudo delle macchine De' Longhi. Ma è un risultato che ancora non fornisce risposte alla sofferenza del fiume
  
Tutto quello che hanno trovato nel Musestre i tecnici dell'Arpav è stato del caffè.
Effetto, a quanto pare, del collaudo delle macchine automatiche De' Longhi, azienda con scarichi nel Mignagola.

E' quanto si legge, in estrema sintesi, in una peraltro già molto sintetica relazione datata 3 ottobre e trasmessa dall'Agenzia regionale per l'ambiente ad amministrazioni comunali, associazioni di pescatori e consorzio di bonifica in relazione allo stato di salute del corso d'acqua, sempre in seguito alle segnalazioni di anomalie della scorsa primavera.
Si tratta, ricorda l'assessore comunale all'ambiente di Roncade, Gilberto Daniel, del secondo referto “tranquillizzante” firmato Arpav e del secondo documento che proprio per questo stride con la situazione del fiume. “Ci sono dei giorni in cui il colore dell'acqua sembra migliorare – dice Daniel – ma basta poco perché il quadro ritorni critico”.
Il che significa, oltre a riflessi atipici sulla superficie, anche diradamento di specie vegetali comuni e scarsità di pesce.

Fenomeni che l'agenzia ambientale non spiega e che mantengono alto il livello di attenzione. Per la prossima settimana è previsto un vertice con le associazioni di pescatori per decidere su eventuali azioni da intraprendere per far luce sulla strana vicenda.


     

LUCA5.jpg (5860 byte)

Costruiamo il vostro futuro
cell. 348 9972665