TIT.jpg (17099 byte)
 
FRED.jpg (13146 byte)
   
Giovedì
29 settembre
2011

 

Vigili, spesso basterebbe essere chiari

Dino Lorenzon: "Chiedere lumi non è provocare"
I crescenti malumori in paese potrebbero essere attenuati con un dialogo migliore sulla sicurezza stradale
  
Spett. Roncade.it
Sig. Comandante vigili di Roncade

Leggo su Roncade.it : Autovelox, servizio ineccepibile.

Anche se rare, sono sempre simpatiche le chiarificazioni, peccato che siano farcite di codici, commi, leggi, articoli, decreti ministeriali, ecc. tutti da verificare.

Da non poco tempo aleggia in paese un forte malumore per quanto riguarda la sicurezza e la tranquillità stradale e vorrei anch'io riferire (pur tardivamente) quanto accadutomi venerdì 4 marzo nella sala consiliare di via S.Rocco, dopo aver sopportato una chiacchierata “fiume” sul tema “nuovo codice della strada”.

Tutte queste regole e obblighi, divieti esagerati o insignificanti che siano, calati nella realtà pratica, fanno sì che una trasgressione anche involontaria rischi di diventare un vero e proprio capestro per il povero Cristo fermato dai nostri vigili.

Nello spazio dedicato agli interventi del pubblico, quella sera, chiesi lumi al relatore, signor Fabrizio Milanello, capo dei vigili. su alcune cosette:

1) Chi o quale organo competente è preposto alla collocazione cartellonistica stradale quali cartelli indicatori di località, di obbligo e divieto. Con dei casi palesemente insensati, seguiti da relativi costi, è infatti evidente che una errata forma o superficiale collocazione potrebbe indurre un utente a trasgressioni anche involontarie. Poi, giustamente (?) arriva la mannaia dei nostri vigili con detrazione di soldi e punti dalla patente.
2) Quante contravvenzioni sono state rilevate in centro storico per eccesso di velocità, considerando ormai una gimcana l'attraversamento della strada sia pure sulle strisce, vedi mie segnalazioni richiamo del 27 ottobre 2010 e del 25 maggio 2009.

Sulla Tribuna di Treviso del 25 febbraio 2011 si legge che il corpo dei vigili, nel 2010, ha rilevato multe con una media di tre al giorno. Gradirei sapere se è stato fatto uno studio adeguato su dove e come sono state rilevate, anche in considerazione che sono sempre più eclatanti i casi di incidenti mortali sulle strisce.
A tali mie richieste ebbi una risposta precisa e immediata e cioè: “non accetto provocazioni!” Trovando del tutto inspiegabile il comportamento ho richiesto una risposta ma il silenzio fu grande. Abbandonai tali richieste e rammaricato aggiunsi, molto gentilmente, un richiamo a Milanello ad avere un comportamento consono al suo ruolo, ricordando che la sua espressione “purtroppo siamo in Italia”, nel contesto di una sua risposta a un'altra domanda, è del tutto fuori luogo e degna di riflessioni di qualche suo superiore.

Saluti

Dino Lorenzon


     

LUCA5.jpg (5860 byte)

Costruiamo il vostro futuro
cell. 348 9972665